kubota

All’Elmia Wood di quest’anno a Jönköping, in Svezia, ZF presenta soluzioni di azionamento orientate al futuro per applicazioni forestali: la tecnologia cPower Cvt (la prima versione fu presentata nel 2018), per prestazioni più elevate e minor consumo di carburante, e i riduttori Redulus per le grandi trinciatrici.

Con carichi elevati, velocità a variazione continua e quindi un’ottima manovrabilità, la tecnologia ZF cPower Cvt combina queste caratteristiche con un consumo di carburante ridotto fino al 30 per cento. Essendo in produzione di serie da più di due anni, la trasmissione a variazione continua offre notevoli vantaggi in termini di consumi e aumenti di produttività per il proprietario del veicolo. Funziona a bassi regimi del motore, aumentando così ulteriormente l’efficienza e il comfort del conducente nelle attrezzature forestali come gli spedizionieri e gli skidder. L’aumento della potenza di trazione attraverso l’innovativo sistema di trasmissione è particolarmente vantaggioso per l’utente durante la guida su terreni difficili, come pendii ripidi o terreni morbidi.

Le trasmissioni a variazione continua dimostrano chiaramente i loro vantaggi in tutte le gamme del ciclo operativo tipico delle macchine forestali, cioè durante il trasporto o il carico. In questo processo, la percentuale di potenza idrostatica viene mantenuta bassa per cui si può raggiungere un grado di efficienza ottimale.

Già nel processo di avviamento c’è una ripartizione della potenza tra trasmissione meccanica e idrostatica. La quota della potenza meccanica aumenta con la velocità del veicolo fino al 100%. Anche in cicli di carico molto brevi, l’utilità della tecnologia Cvt diventa evidente nel consumo di carburante ridotto.

L’applicazione di un’elaborata unità di controllo della trasmissione idraulica e di un’unità elettronica di bordo integrata nella trasmissione completa in modo ottimale le funzioni di guida. 

In primo piano

La gamma Volvo Penta si amplia con le soluzioni D13

Volvo Penta ha ampliato la sua gamma marina Imo Tier III con nuove soluzioni D13, a dimostrazione dell’impegno dell’azienda a superare le migliori pratiche odierne, innovando allo stesso tempo le tecnologie future.

Tessari Energia e il biometano. REPowerEU

Asso di briscola? È la domanda che si pongono in tanti, riferita al biometano e al bio-Gnl, dopo che la Commissione Europea ha indicato il metano di origine rinnovabile, cioè derivato dalla fermentazione delle biomasse, come un tassello fondamentale del mosaico dell’indipendenza energetica. Abbiamo ...

Volkswagen Group dà il via al riciclo delle batterie

Pochi giorni fa a Salzgitter Volkswagen Group Components ha attivato il primo impianto del Gruppo per il riciclo delle batterie delle auto elettriche. L’obiettivo è il recupero industrializzato di materie prime preziose e di arrivare a un tasso di riciclo superiore al 90 per cento.

Articoli correlati