Il mondo dello yachting, in mostra a Cannes la prossima settimana, non sfugge alla consapevolezza ecologica. Conciliare nautica e rispetto per l’ambiente rappresenta la sfida per il futuro. Da alcuni anni, le marine, il settore nautico, i professionisti e gli utenti stanno prendendo coscienza delle reali conseguenze sul pianeta delle loro attività in mare. Anche se la filiera sembra incontrare difficoltà a riunirsi attorno a un unico impulso, molte iniziative isolate stanno emergendo e lasciano intravedere la nautica di domani: più rispettosa della natura, più rispondente alle preoccupazioni attuali.

Per sostenere in modo concreto questo approccio “green” e assumere pienamente il suo ruolo di sensibilizzazione, lo Yachting Festival di Cannes aveva già avviato nel 2019 una svolta ecologica con la mostra didattica “Energy Observer” che presentava i lavori sull’idrogeno e le energie rinnovabili condotti dal laboratorio della prima barca a idrogeno, l’Energy Observer appunto. L’anno scorso, il salone ha lanciato un nuovo percorso “green”: un percorso ecologico che mette in luce gli espositori che sviluppano o presentano un concetto a favore dell’ecologia. Forte del successo di questa prima edizione e mosso dal desiderio di spingersi sempre oltre in questo approccio, lo Yachting Festival rinnova l’esperienza mettendo in evidenza nella sua nuova “rotta green 2022” più barche, prodotti e soluzioni eco-efficienti che saranno proposti ai visitatori desiderosi di scoprire o consolidare le proprie conoscenze sull’evoluzione ambientale dell’industria nautica nell’ambito del mare e degli ecosistemi marini.

Tutti gli espositori che partecipano a questo percorso sono indicati con un apposito logo “Green route”.

Inoltre, come l’anno scorso, lo Yachting Festival ospiterà un’area nautica esclusivamente dedicata alle barche 100% elettriche e ibride che presenterà una dozzina di imbarcazioni dagli 8 ai 12 metri. Infine, numerose imbarcazioni eco-responsabili saranno esposte dal Vieux Port al Port Canto. 

Yachting Festival di Cannes: il neo-vintage viaggia con il vento in poppa

Tra le tendenze più importanti che vedremo a Cannes, più che un semplice slancio nostalgico, il design neo-vintage è il crocevia tra tradizione e modernità, passione ed empirismo. A lungo associata al settore automobilistico, l’ondata del vintage e dell’estetica improntata alla nostalgia del lusso ispira anche i designer del settore nautico. Per progettare e proporre sul mercato barche dal design simile a quelle degli anni ‘60 e ‘70, gli specialisti riscoprono e modernizzano gli inizi della nautica da diporto.

Una selezione di barche a motore e a vela, unendo l’eleganza dell’antico e le prestazioni del moderno, saranno presentate alla prossima edizione dello Yachting Festival, i cui battenti apriranno dal 6 all’11 settembre al Vieux Port e al Port Canto di Cannes :

“Tutte queste barche eccezionali saranno presenti alla prossima edizione dello Yachting Festival di Cannes, il più grande salone in acqua d’Europa. Circa 650 imbarcazioni saranno esposte quest’anno, con oltre 140 nuovi modelli in anteprima mondiale. Lo Yachting Festival è una cornice eccezionale che accoglie le barche a motore e a vela e gli yacht più grandiosi del mondo. Tutti, amanti del mare, appassionati di nautica da diporto, visitatori esperti o semplicemente curiosi, potranno scoprire un universo magico in un ambiente idilliaco, emblema della Costa Azzurra”, conclude Sylvie Ernoult, direttrice dello Yachting Festival.

In primo piano

Articoli correlati

Lombardini Marine by Kohler al 62° Salone Nautico

Lombardini Marine è presente al Salone Nautico di Genova con la gamma completa di prodotti, composta da motori entrobordo da propulsione da 11 a 74 hp, motori per generatori da 5 a 25 kW, e gruppi elettrogeni con potenze che vanno da 4 a 20 kVA @ 3000 rpm.

Salone Nautico di Genova 2022

Confindustria Nautica ha presentato ieri il 62° Salone Nautico Internazionale di Genova, in programma dal 22 al 27 settembre

Fpt Industrial per la prima volta all’Smm

Fpt Industrial ha partecipato per la prima volta all’Smm di Amburgo. In occasione del debutto, ha presentato in anteprima esclusiva nel suo stand, insieme agli ultimi modelli della sua gamma di motori marini, nuove interessanti soluzioni nel campo dei motori ausiliari.

Baudouin all’Smm con il nuovo motore 6F21

Fornendo fino a 735 kW/1000 CV da 12,5 litri, Baudouin ha progettato la piattaforma del motore di propulsione più compatta e con la più alta densità di potenza sul mercato marittimo.