L’impegno di Volvo Penta nel supportare le esigenze future, così come le attuali richieste, dei clienti minerari ed edili sarà in primo piano quando l’azienda tornerà al bauma in ottobre. Presentando la sua strategia per fornire future soluzioni energetiche sostenibili per raggiungere gli obiettivi delle zero emissioni, lo stand dell’azienda fornirà una panoramica di come il suo attuale portafoglio di motori diesel ultra efficienti da D5 a D16 – e in particolare i modelli Stage V – abbia portato a progressi tecnologici e guadagni di quote di mercato che supportano il suo percorso di transizione.

Partnership e soluzioni ad hoc

L’ultima grande innovazione a supporto dell’iniziativa Science Based Targets (SBTi) di Volvo Penta per raggiungere l’azzeramento delle emissioni nette entro il 2040 avrà un posto d’onore nello stand. La trasmissione elettrica, recentemente entrata in produzione negli autocarri dei vigili del fuoco RT e RTX di Rosenbauer, è stata originariamente presentata nel 2019 come prova di concept in un trattore per terminal modificato, evidenziando la versatilità e la configurabilità delle soluzioni elettriche di Volvo Penta.

Adottiamo un approccio da fornitore di sistemi, il che significa che possiamo creare una soluzione di trasmissione elettrica flessibile e su misura per un veicolo e un’applicazione specifici”, spiega Morgan Blomgren, Direttore Strategia e sviluppo aziendale. “Abbiamo una grande esperienza in una varietà di segmenti diversi, quindi utilizzando questa conoscenza e combinandola con la comprovata esperienza di mobilità elettrica del Gruppo Volvo, possiamo costruire la migliore piattaforma modulare per le applicazioni dei nostri clienti. Partendo da questa base, possiamo ottimizzare il design e adattare il sistema di trasmissione elettrico completo per un veicolo specifico, considerando l’esatta applicazione, utilizzo, clima e ambiente in cui opererà”.

Lavorando al fianco del produttore di trattori per terminal Tico, ad esempio, la vasta esperienza di Volvo Penta accumulata durante i progetti precedenti ha consentito di accelerare lo sviluppo e l’installazione della soluzione di trasmissione modulare completa e la sua integrazione in un prototipo di trattore per terminal completamente elettrico. Con Tico che lavorava simultaneamente per migliorare la funzionalità del veicolo, la prima di diverse unità era pronta per essere sottoposta a test con i principali partner di flotta di Tico in soli nove mesi.

Per avere successo nel nostro percorso di trasformazione, una forte collaborazione con clienti e partner è fondamentale”, afferma Morgan. “Non possiamo fornire i cambiamenti che devono avvenire da soli: ecco perché lavoriamo a stretto contatto con i nostri clienti, partner della catena di approvvigionamento, governi, società e altri stakeholder”.

La trasmissione elettrica appositamente costruita di Volvo Penta sarà al centro della scena al bauma

Volvo Penta al bauma: motori a basso consumo di carburante

Oltre a sfruttare una serie di comprovate tecnologie e competenze provenienti da tutto il Gruppo Volvo, l’innovativa soluzione di trasmissione non sarebbe stata possibile senza le solide fondamenta fornite dalle soluzioni di alimentazione più mature di Volvo Penta. Scelta popolare in un’ampia gamma di macchinari, dai trituratori e vagli ai camion per miniere sotterranee, i suoi motori diesel e gruppi elettrogeni conformi allo Stage V sono stati completamente ottimizzati per soddisfare le esigenze dei clienti in termini di produttività, tempo di attività e Tco. La rigenerazione passiva del sistema di post-trattamento è stata massimizzata, ad esempio, eliminando le soste non pianificate durante il funzionamento, mentre il consumo di carburante è stato ridotto fino al 5% rispetto ai modelli Stage IV.

Nel breve termine, l’attenzione è ancora molto concentrata sui motori a combustione interna e continueremo il nostro lavoro di sviluppo in quest’area per rimanere competitivi”, conclude Morgan. “I nostri motori sono già in grado di funzionare con Hvo e biodiesel e, per supportare ulteriormente il nostro viaggio di trasformazione verso soluzioni a emissioni zero, stiamo anche cercando di alimentarli con Cng, biogas e idrogeno, nonché l’uso dell’ibridazione: sono probabilmente tutte soluzioni di transizione per quei mercati che non possono ancora supportare soluzioni completamente elettriche”.

In primo piano

Articoli correlati

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Deutz adotta codice dei diritti umani

Deutz ha adottato un codice dei diritti umani a livello di gruppo. Documenta la strategia di tolleranza zero dello specialista della guida verso l’abuso dei diritti umani universali, inalienabili e indivisibili.