bu power

Stefan Dierkes punta sulla riorganizzazione dei servizi di Hatz

Stefan Dierkes vuole portare ad Hatz più supporto per i costruttori e gli operatori di macchine. Questo è il motivo per cui la società lo ha ingaggiato per la gestione e lo sviluppo della divisione Service. L’obiettivo è offrire ai produttori di macchine e agli operatori più vantaggi attraverso servizi digitali attivi e moderni.

Stefan Dierkes è entrato a far parte di Hatz da Körber Mediapark Systems, dove era responsabile dell’intera area servizi (Service Director della business unit Machinery). In precedenza, è stato membro del consiglio di amministrazione (Executive Vice President Service and Solutions) presso Winkler + Dünnebier Neuwied.

Stefan Dierkes

Da Hatz non mancheranno di sicuro i punti di ispirazione. Grazie alla serie H, ad esempio, ed alla nuova tecnologia E1, per la fornitura di motori compatti. Su questa base, Dierkes continuerà ad ampliare i servizi esistenti dell’azienda e ad aggiungere nuovi servizi digitali. Questi includeranno l’espansione della documentazione digitale, i servizi connessi per l’integrazione di macchine nella Industry 4.0 e l’Internet of Things o un webshop per la sostituzione e la manutenzione dei componenti.

LA SITUAZIONE DEI MONOCILINDRICI DI HATZ

Le parole del neo direttore

Dierkes ha definito chiaramente i suoi obiettivi: «I servizi sono ancora molto classici in molte parti dell’industria dei motori e delle macchine. Ma il mondo intorno a noi sta cambiando. Oggi, e in futuro, i produttori e gli operatori di macchine necessitano di servizi che vadano ben oltre il classico supporto. La rivoluzione digitale, l’Industria 4.0 e l’Internet of Things sono solo alcuni esempi che richiedono concetti di servizio completamente nuovi. Hatz rafforzerà anche il suo ruolo di leader in questo modo, come innovatore a livello di settore».

«Per noi è importante che i nostri servizi non siano solo disponibili per i nostri partner commerciali e gli operatori nei momenti di forte necessità. Vogliamo fornire un supporto attivo ai nostri clienti lungo l’intero ciclo di vita della macchina, in modo da garantire e aumentare il valore aggiunto del loro investimento. Stiamo seguendo questo percorso insieme ai nostri clienti. Come parte del mercato, comprendiamo e sviluppiamo servizi precisi su richiesta del mercato e in anticipazione delle esigenze future».

HATZ AL BAUMA 2019: STAGE V E CONNECTED SERVICES

In primo piano

Articoli correlati

Punch e l’inclusione

Politiche di inclusione: sette persone appartenenti alle categorie protette saranno avviate al lavoro all’interno di Punch Torino