I carburanti “green” sono molto probabilmente il prossimo futuro, su questo spunto Rolls-Royce ha deciso di sostenere la ricerca nella regione di Lausitz nella Germania orientale insieme allo Stato di Brandeburgo, all’Università tecnologica di Brandeburgo Cottbus e ad altri partner industriali. L’accordo è stato firmato tra Andreas Schell, Ceo di Rolls-Royce Power Systems, il ministro federale dell’ambiente Svenja Schulze ed il ministro-presidente di Brandeburgo Dietmar Woidke.

rolls royce brandeburgo

Iniziativa power-to-x nel Brandeburgo per i carburanti verdi

L’intenzione è quella di istituire un centro di competenza power-to-x presso l’Università della tecnologia di Brandeburgo Cottbus-Senftenberg e di allestire un impianto dimostrativo per la produzione di combustibili sintetici e composti chimici utilizzando l’energia elettrica generata da impianti fotovoltaici ed eolici. Come ex regione carbonifera e chimica, la regione di Lausitz ha una vasta esperienza disponibile che può essere utilizzata per creare un centro di competenza power-to-x.

ROLLS-ROYCE AL TOP DEL SETTORE MARITTIMO TEDESCO

La gestione di un futuro impianto dimostrativo power-to-x è un modo per ottenere informazioni sull’uso di carburanti sintetici per la mobilità su terra, acqua e aria, nonché sulla generazione di calore ed energia e poter così valutare l’impatto ambientale di un tale processo.

Il punto di vista di Rolls-Royce su questo particolare accordo

Andreas Schell, ha dichiarato: «I carburanti sintetici sono un fattore decisivo nella transizione energetica e nell’uso di energie rinnovabili. Sono un elemento essenziale nell’urgente accoppiamento settoriale, la stretta interconnessione delle singole parti del sistema energetico, come l’elettricità e la mobilità, ad esempio, oltre al riscaldamento e al raffreddamento. In altre parole, elettrificheremo l’intero sistema per scopi di propulsione ed energia, carburanti compresi, producendoli con energie rinnovabili in un modo quanto più neutro possibile per il clima e l’ambiente».

Petar Pelemis, responsabile della strategia e della gestione dei prodotti presso Rolls-Royce Power Systems, ha aggiunto: «I carburanti power-to-x non solo sostituiscono i combustibili fossili, ma possono anche essere facilmente immagazzinati e trasportati. Con tali carburanti, saremo in grado di fornire propulsione e produzione di energia su una base neutra rispetto alle emissioni di CO2, come indicato nel nostro programma Green and High-Tech in termini di decarbonizzazione».

Da un lato, Rolls-Royce è interessato all’utilizzo di carburanti sintetici nei motori a gas e diesel e nei motori per aeromobili, dall’altro desidera anche dare il proprio contributo al progetto come fornitore di soluzioni complete per la generazione di energia.

ROLLS-ROYCE E L’ELETTRIFICAZIONE

In primo piano

Articoli correlati

Unem: pronti a misurare la decarbonizzazione dei trasporti

È stata presentata ieri presso la sede dell’Unem (Unione Energie per la Mobilità) una nuova piattaforma digitale, messa a punto dal Concawe in collaborazione con Ifpen, che confronta le emissioni di CO2 delle auto e dei fuel sull’intero ciclo di vita.
News

Himoinsa riceve l’Operational Excellence Award

In Himoinsa è in corso un importante progetto industriale con l’ampliamento del centro produttivo in Spagna e l’entrata in funzione di nuovi stabilimenti che forniranno una serie di linee di produzione per nuovi prodotti.
News

Punch e l’inclusione

Politiche di inclusione: sette persone appartenenti alle categorie protette saranno avviate al lavoro all’interno di Punch Torino