Il Gruppo Punch e Tecnogen (parte del Gruppo Bruno Generators) hanno deciso di presentare al Bauma il loro nuovo generatore a idrogeno. Per la prima volta al mondo, un motore a idrogeno di Punch Hydrocells è combinato con un sistema di alimentazione a volano di Punch Flybrid. Questi componenti innovativi sono integrati in un gruppo elettrogeno sviluppato in collaborazione con Tecnogen.

Il motore a idrogeno Punch è in grado di raggiungere una potenza massima di 250 kW a 3000 giri/min. in applicazioni marine, veicoli off-highway e on-highway. Questa notevole potenza specifica di 38 kW per litro è stata ottenuta grazie all’innovativo sistema di iniezione Port Fuel combinato ad un sistema di combustione ad alta efficienza sviluppato da Punch. Il motore a idrogeno è inoltre gestito da una centralina motore proprietaria.

Nell’applicazione del generatore esso raggiunge la potenza di 100kW (Prime Rated Power – PRP) a 1500 giri/min e 110kW (Pro) a 1800 giri/min. I vantaggi principali di questa proposta sono il costo competitivo del prodotto rispetto ad altre tecnologie green, la capacità di operare in condizioni ambientali gravose tipiche delle applicazioni heavy duty.

Sviluppati originariamente per le corse di Formula 1, i prodotti Punch Flybrid consentono ora di ridimensionare i gruppi elettrogeni per applicazioni dinamiche come gru a torre, refrigeratori, rock sizer, montacarichi, ponteggi autosollevanti e pompe. Il sistema a volano aumenta le prestazioni di picco e migliora significativamente la risposta al carico del generatore. Di conseguenza, nelle applicazioni dinamiche si ottiene un risparmio di carburante e di emissioni superiore al 50%. Se combinato con la tecnologia dell’idrogeno, le emissioni sono ridotte quasi a zero, sostenendo gli sforzi dell’industria delle costruzioni per raggiungere il Net Zero.

Il generatore Tecnogen si caratterizza per l’utilizzo della tecnologia VSi, riconosciuta con il brevetto europeo n. 2754872, e per la robustezza e la compattezza tipiche della serie Tecnogen Fusteq. Questa tecnologia consente una significativa riduzione dei consumi e un basso livello di rumorosità. Con la sua produzione verticalmente integrata, Tecnogen garantisce il controllo di ogni singola fase del processo produttivo per assicurare la massima qualità e affidabilità del prodotto.

Il generatore è dotato di un’unità di controllo DSE8610MKII per la sincronizzazione e la condivisione del carico e può quindi essere sincronizzato con un massimo di altri 32 generatori. Eroga una potenza di 105kVA (PRP) a 50Hz e 120kVA a 60Hz.

Il Gruppo Punch agisce come fornitore di tecnologia chiave per garantire che il generatore raggiunga una grande efficienza in termini di emissioni e risparmio di carburante.

In primo piano

Articoli correlati

Isotta Fraschini e il Cis

È pienamente operativo il Cis di Isotta Fraschini a Bari (Centro di innovazione e sviluppo). Un passo deciso verso il completamento del progetta IFuture

L’e-drive di Keestrack

Keestrack si è presentato a Bauma con una gamma di macchine orientate alla riduzione dell'impatto ambientale. Con un impiego intelligente dell'e-drive che prevede un grande coinvolgimento dell'utilizzatore nelle scelte di configurazione della macchina

Rolls-Royce e Semper Power stabilizzano la rete elettrica olandese

Rolls-Royce si è aggiudicata la fornitura e l’installazione di un sistema di accumulo di batterie mtu EnergyPack QG chiavi in mano alla società energetica olandese Semper Power a Vlissingen. Quando entrerà in funzione nella primavera del 2023, sarà il più grande sistema di accumulo di energia nei Pa...