Perkins Cmet, acronimo che rappresenta il Customer Machine Engineering Team del costruttore britannico, comprende professionisti con una vasta esperienza dei prodotti Perkins e in possesso delle competenze specialistiche necessarie per far sì che da un progetto iniziale si arrivi alla realizzazione di un prototipo o addirittura a una macchina testata e operativa, a seconda delle necessità. Il team comprende ingegneri, tecnici e specialisti commerciali organizzati per lavorare in stretta collaborazione con l’ufficio tecnico dell’Oem e con i team commerciali per ottenere risultati efficaci in tempi ridotti.

Perkins Cmet

La composizione del Perkins Cmet (e i vantaggi per i clienti)

Gli Oem possono rivolgersi ai Cmet di Perkins ogni volta che hanno bisogno di aggiornare un prodotto o di crearne uno nuovo. In questi casi, infatti, i costruttori si trovano di fronte a una scelta fondamentale. O spendere tempo e risorse creando un team interno per la ricerca e lo sviluppo di una soluzione partendo da zero, oppure sfruttare la lunga e importante esperienza di un team già collaudato.

Dal 2017, le collaborazioni dei Cmet di Perkins hanno aiutato i clienti a ridurre i programmi di R&D per l’aggiornamento delle macchine esistenti o per lo sviluppo di nuovi prodotti fino a nove mesi. In particolare, il Cmet comprende una componente ingegneristica e una specializzata nel sales per facilitare la comunicazione e il coordinamento tra Perkins e il cliente e guidare così il processo fino al suo completamento; progettisti responsabili della progettazione dell’installazione del nuovo motore e della creazione dei disegni tecnici; una figura specializzata nell’approvvigionamento, l’acquisto e la consegna dei componenti.

Perkins Cmet

Soddisfare gli standard sulle emissioni e aggiornare le macchine esistenti

Inoltre, gli ingegneri e i tecnici sono tenuti a: testare componenti e strumentazioni della macchina di partenza; smontare, ricostruire e dotare la macchina del nuovo motore; testare e sviluppare l’installazione del nuovo motore e, infine, testare nuovamente il prodotto finito.

Collaborando con Perkins Cmet, gli Oem possono accedere a un bacino di esperienza e avere un aiuto prezioso per affrontare nuove sfide, come il rispetto delle norme sulle emissioni (lo Stage V in ambito Ue è un esempio importante), l’aggiornamento delle macchine esistenti o l’installazione di un motore Perkins.

In primo piano

Articoli correlati

Un’eco italiana nelle parole dell’Ocse

Secondo l'Ocse in Italia le riforme e il sostegno del Governo saranno essenziali per garantire una ripresa più verde, più digitalizzata e in grado di creare un elevato numero di posti di lavoro
News