Patrini Giacomo, azienda di Fizzonasco (MI) attiva dal 1965 nella progettazione e produzione di sistemi antivibranti, grazie alla rapidità della proposta tecnica fornita dallo staff, fornirà alcuni componenti a una macchina movimento terra che sarà presentata a ottobre al Bauma.  

In due settimane, infatti, dalla raccolta dati ricevuti dal potenziale cliente, sono state esaminate, elaborate e fornite le campionature delle quattro soluzioni complete relative al il prototipo di una nuova macchina movimento terra progettata per un uso particolarmente gravoso nelle cave di estrazione del marmo.

Per la ribaltabile della cabina conducente, saranno fornite la boccola FA (foto in apertura) abbinata al prodotto MPG (consone alle normative di sicurezza Rops/Fops, nella foto sotto), consentendo così un facile accesso al vano motore del veicolo semovente e semplificando le necessarie operazioni di manutenzione. Questa soluzione offre, oltre ad un isolamento delle vibrazioni entro i limiti previsti dalla direttiva europea, un ottimo confort per il guidatore a bordo. In particolare l’MPG supporta la trasmissione idrostatica del motore.

Inoltre Patrini Giacomo fornirà il prodotto AS con mescola in gomma speciale per sopportare una temperatura di oltre 80°C  e sostenere in sicurezza il radiatore salvaguardandolo dagli shock dinamici e infine un supporto conico anti-strappo per l’isolamento del tubo di scarico dei gas esausti.

Patrini: una gamma di soluzioni di qualità

I supporti antivibranti Patrini sono prodotti in gomma metallica utilizzando materie prime italiane di alta qualità provenienti da fornitori selezionati e regolarmente controllati. Un sistema informatico consente la completa tracciabilità durante tutto il processo produttivo.

Poiché il processo produttivo è altamente integrato e completamente realizzato in Italia, i tempi  di consegna al cliente sono molto brevi. Anche la produzione in serie è molto flessibile e può quindi soddisfare le richieste più urgenti. 

Tutti i prodotti Patrini sono certificati Iso dal 1998: attualmente per la gestione della qualità secondo Iso 9001: 2015 e per la gestione ambientale secondo Iso 14001: 2015.

In primo piano

Articoli correlati