Sustainable Powertrain Tour

Da Parker Hannifin nuovi innesti progettati per la tutela dell’ambiente

Parker Hannifin amplia la sua gamma di innesti FlatFace con la Serie SCFF, pensati per impedire la perdita dei fluidi e per contribuire alla tutela dell’ambiente. Di innesti abbiamo parlato poco più di un anno fa a proposito di un player italiano di portata globale. Di Parker Hannifin, invece, abbiamo scritto poco tempo fa in occasione del lancio di un nuovo motore a magneti permanenti per veicoli commerciali elettrici e ibridi.

Parker Hannifin innesti

Gli innesti Parker a faccia piana (FlatFace)

Adesso, tocca agli innesti, componenti fondamentali specialmente in ambito off-highway. Gli innesti della Serie SCFF di Parker Hannifin, ci informa l’azienda, «offrono agli utenti numerosi vantaggi, tra i quali il disaccoppiamento con perdite ridotte e l’eliminazione dell’aria intrappolata in fase di accoppiamento. Gli innesti, testati nel rispetto della norma ISO 7241-2, sono semplici da pulire e a faccia piana».

Affidabilità e controllo della pressione

«Utilizzati nell’idraulica mobile, nel settore dei trasporti e in quello oil & gas, gli innesti SCFF sono molto resistenti alle vibrazioni e ad altre sollecitazioni meccaniche. Inoltre, le procedure di accoppiamento e disaccoppiamento risultano essere particolarmente rapide e affidabili: grazie alla filettatura ACME, infatti, in queste fasi non si registra alcuna perdita di fluidi. L’affidabilità di questo sistema è ulteriormente migliorata dal meccanismo girevole in combinazione con l’esclusivo manicotto di bloccaggio, che impedisce la disconnessione accidentale.

Le spine SCFF sono disponibili con eliminatore di pressione. Grazie a questa tecnologia innovativa, è possibile collegare senza problemi gli innesti in presenza di pressione accumulata o residua. Una valvola miniaturizzata riduce automaticamente la pressione in fase di collegamento».

2021-01-15T09:23:34+01:0013 Gennaio 2021|Categorie: COMPONENTI|Tag: |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio