Si chiama Muner (Motorvehicle University of Emilia-Romagna) e propone sei indirizzi di laurea internazionali e interuniversitari. Ci troviamo a Modena, la sinapsi delle intelligenze motoristiche che hanno fatto di questa fetta d’Emilia la terra promessa della meccanica.

Muner (Motorvehicle University of Emilia-Romagna)

Quando si dice fare sistema: la Regione Emilia-Romagna ha benedetto la sinergia tra le Università di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia e Parma e i neuroni d’eccellenza che formano il ganglio pensante e il braccio operativo di questa iniziativa accademica: Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas F1 Team, Hpe, Magneti Marelli, Maserati e Toro Rosso.

Risale a giovedì scorso, 20 luglio, la cerimonia che ha tolto i veli alle sei lauree magistrali internazionali targate Muner. Ci troviamo a Varano De’ Melegari, nel preappennino parmigiano; padrone di casa è Gianpaolo Dallara.

 

Muner a Modena

C’è tempo fino al 3 novembre 2017 per iscriversi ai corsi, rigorosamente in inglese e riservati a 150 studenti. Le specializzazioni sono quelle in Advanced Powertrain, Advanced Motorcycle Engineering, Advanced Sportscar Manufacturing, High Performance Car Design, Racing Car Design e Advanced Automotive Electronic Engineering.

C’ è quanto serve per tradurre le intuizioni in idee e convertire quest’ultime in applicativi: i marchi coinvolti nel progetto forniranno ambienti, laboratori e strumentazioni di ultima generazione: banchi prova motore, banchi statici e dinamici, un simulatore professionale di guida e una galleria del vento.
Per le selezioni basta un click qui: http://www.international.unimore.it/bandilan.html <http://mailing2.infomail.it/bump/trampolino/92QA6APLECRCRP4WMNWO,XRK9I0465S6FDP4UHDW1,2356976256>
http://corsi.unibo.it/2cycle/AutomotiveElectronicEngineering/Pages/call-for-applications-20172018.aspx <http://mailing2.infomail.it/bump/trampolino/92QA6APLECRCRP4WMNWO,XRK9I0465S6FDP4UHDW1,2356976257>


I candidati che si iscriveranno entro il 28 luglio godranno della priorità nella fase di selezione.

Due parole sulla fisionomia dei corsi.

Per chi fosse interessato ai sistemi elettronici, informatici e di connettività, è riservato il corso in Advanced Automotive Electronic Engineering. Il primo anno verrà svolto a Bologna, il secondo anno a Modena.
Il corso in Advanced Motorcycle Engineering è focalizzato sulla progettazione ed allo sviluppo di un motoveicolo ad alto contenuto tecnologico, sia di serie, sia dedicato alle competizioni, con un focus sull’ingegneria elettronica e il design industriale, legati al disegno, alla meccanica delle vibrazioni, alla tecnologia meccanica, alla dinamica del motoveicolo, alla progettazione di motopropulsori endotermici e Bev allo sviluppo di sistemi di assistenza alla guida. In questo caso si invertono le periodicità: il semestre iniziale del primo anno sarà a Modena, la prosecuzione sarà a Bologna.
Il corso in Advanced Powertrain è stato sviluppato per gli studenti che intendono sviluppare una conoscenza approfondita in sistemi di propulsione dei motori a combustione interna, ibridi ed elettrici, con attenzione alla loro ottimizzazione, al controllo e alla soluzione delle problematiche ambientali ed energetiche. Il semestre iniziale a Modena, dopo di che la scelta per proseguire a Bologna o a Modena.
Per chi sentisse la vocazione a pianificazione, sviluppo, e gestione dei sistemi di produzione in ambito automotive, con un focus particolare sull’ingegneria di processo, la progettazione di impianti e sistemi industriali e sulle tecnologie digitali c’è il corso in Advanced Sportscar Manufacturing. Il semestre iniziale del primo anno sarà a  Modena mentre il secondo anno verrà svolto a Bologna.

High performance car design

Questo corso chiama in causa gli aspiranti ingegneri orientati alla progettazione dell’architettura di veicoli stradali ad alte prestazioni, attraverso lo studio dei principali aspetti di disegno e progettazione, con un focus su  dinamica del veicolo e Nvh, comportamento dei materiali, tecnologia meccanica, aerodinamica, termofluidodinamica, controlli automatici, elettronica e sensori. Integralmente a Modena.
Infine il più cool dei cool, dedicato all’architettura di vetture da corsa, che richiede attenzione al calcolo strutturale con materiali leggeri, compositi, manifattura additiva, aerodinamica e dinamica del veicolo. Stiamo parlando del corso in Racing Car Design, primo anno a Modena, il secondo a Parma e a Varano De’ Melegari.


Who’s who?

Bypasseremo l’anagrafica di Ducati, Ferrari, Lamborghini, Magneti Marelli e Maserati e spenderemo due parole sugli altri partner privati del progetto.

Giampaolo Dallara ha contribuito alle fortune ingegneristiche di Ferrari, Maserati, Lamborghini e De Tomaso, che ha travasato nel suo paese natale, la citata Varano de Melegari. Nel 1972 fonda la ‘Dallara automobili da competizione’ e riscuote successi in Formula 3 e in IndyCar.

Haas è un team americano di Formula 1 che prende il nome dal fondatore e affonda le radici a Kannapolis, in Carolina del Nord. Haas Automation ha la stessa paternità ed è esperta in macchine Cnc.

Chi è Hpe Coxa? Citando Quentin Tarantino, risolve problemi. In che campo? Porta la firma illustre di Piero Ferrari, il fondatore, ed è un fornitore di servizi di ingegneria e progetti per i settori automotive, motorsport, off highway, macchine automatiche e difesa.

Anche Toro Rosso non avrebbe bisogno di presentazioni. La Scuderia partecipa al Campionato del Mondo di Formula 1 dal 2006 con l’obiettivo di formare e mettere le ali ai campioni del futuro, che emergono dal Red Bull Junior Driver Programme.

Se è vero, come diceva Lorenzo De Medici, che ‘del doman non v’è certezza’ su questa basi il domani dell’automotive Made in Italy fa meno paura.

In primo piano

Articoli correlati

Punch Technology Day 2021

Il Gruppo Punch presenta la propria visione su mobilità, transizione ecologica e attrazione degli investimenti durante il “Punch Technology Day 2021” a Torino