Rolls-Royce sta lanciando una gamma di soluzioni di propulsione mtu sostenibili per yacht. I primi grandi yacht stanno già funzionando con sistemi mtu basati sulla serie mtu 4000, certificati per le normative sulle emissioni Imo III. Da aprile 2022 saranno introdotti sul mercato i sistemi di propulsione mtu serie 2000 con post-trattamento dei gas di scarico per gli yacht di produzione. 

“Seguiranno altre nuove tecnologie per aiutare i produttori di yacht e gli operatori a raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità e quelli dell’accordo sul clima di Parigi”, spiega Nicola Camuffo, che dirige lo Yacht Competence Center di Rolls-Royce Power Systems a La Spezia. Rolls-Royce ha recentemente partecipato, presentando le ultime soluzioni mtu in ambito marino ai saloni nautici di Cannes e Monaco.

Soluzioni sostenibili mtu per yacht

Una nuova generazione di motori mtu serie 16V2000M97L sarà disponibile con un sistema di post-trattamento dei gas di scarico integrato da aprile 2022. Ciò consentirà agli yacht di produzione di navigare in aree particolarmente protette grazie alle ridotte emissioni di particolato e ossidi di azoto. 

Come ribadito dai top manager Rolls-Royce Power Systems durante l’evento digitale che si è tenuto nel mese di luglio, i motori degli yacht delle serie mtu 2000 e 4000 saranno approvati per combustibili sostenibili EN 15940 come e-diesel e biocarburanti di seconda generazione a partire dal 2023, consentendo una crociera a impatto climatico zero. 

Uno dei primi esempi di applicazione del nuovo sistema di automazione mtu è il catamarano ad alta velocità Avemar Dos (nella foto) gestito dall’operatore spagnolo Balearia, che è riuscito a ridurre il consumo di carburante – e con esso le emissioni di CO2 – dell’8% rispetto al precedente sistema di propulsione, pur mantenendo la stessa potenza. 

In primo piano

Articoli correlati

Punch Technology Day 2021

Il Gruppo Punch presenta la propria visione su mobilità, transizione ecologica e attrazione degli investimenti durante il “Punch Technology Day 2021” a Torino