Mta, multinazionale che opera nel settore globale dell’automotive attraverso tre divisioni – Elettrica, Elettronica ed Elettronica di Potenza – ha presentato al Bauma il suo sistema human-to-machine interface specificamente sviluppato per applicazioni off-highway, recentemente premiato con il riconoscimento di “Segnalazione Eima 2022”. 

Agri Sic è una piattaforma veicolare integrata che riunisce tutta la potenza di calcolo in un’unità centrale intelligente in grado di gestire e controllare quadro di bordo e display presenti in cabina. Questa architettura dà la possibilità di spostare dinamicamente le applicazioni grafiche sul display preferito, raggiungendo un elevato grado di configurabilità utente e condividendo su più schermi informazioni e dati provenienti da un’unica unità di elaborazione centrale. 

Agri Sic è un prodotto innovativo dal punto di vista dell’architettura e del design che segue i trend del settore auto, pur assicurando quell’elevata resistenza alle sollecitazioni tipiche dell’off-highway. Anche nel mercato agricolo e movimento terra, infatti, i clienti chiedono soluzioni che “replichino” l’esperienza d’uso dei tablet e ricercano display di alta qualità e dal forte appeal estetico, particolarmente sottili e dalle dimensioni ridotte rispetto ai tradizionali display con logica integrata. 

Caratteristiche, queste, assicurate dal fatto che l’unità centrale contiene tutta la potenza di calcolo. La presenza di tale unità fa sì che i display e il quadro di bordo diventino periferiche del sistema, consentendo così agli Oem di sostituirli facilmente nel passaggio da un’applicazione a un’altra o di poter apportare significativi cambiamenti nel tempo ai terminali stessi e introdurre nuove caratteristiche e funzioni in linea con un mercato che si evolve rapidamente, senza modificare il “cuore” del sistema. 

Mta al Bauma: Mec 97, la centralina “intelligente” per applicazioni off-highway 

In occasione del Bauma Mta presenta anche Mec 97, la centralina elettrica modulare per applicazioni off-highway, oggi interfacciabile con un modulo CAN Bus plug-in. Si tratta di una centralina plug & play, progettata per l’installazione nel vano motore e realizzata con la logica di circuito stampato (Pcb) e modalità di inserimento press-fit. Ha un design razionale e compatto, consente l’integrazione di tutte le funzioni in un’unica unità e presenta un elevato livello di personalizzazione. 

La centralina elettrica modulare per applicazioni off-highway Meccanicizzato 97

La presenza del modulo CAN Bus plug-in permette il collegamento di Mec 97 alla rete CAN del veicolo, caratteristica sempre più richiesta dagli OEM, rendendola un’unità “intelligente”. Attraverso tale rete, infatti, il modulo trasmette i comandi per pilotare i relè e generare le attuazioni necessarie, oltre a veicolare le informazioni diagnostiche. 

Edn: i nuovi caricabatterie di bordo (Obc) per applicazioni off-highway 

Edn, realtà italiana parte di Mta e leader a livello globale nello sviluppo e produzione di caricabatteria di bordo e convertitori di potenza, ha presentato al Bauma i nuovi caricabatteria di bordo Bhp19 (per il mercato Usa) e Bhp22 (per l’Europa) destinati ad applicazioni elettriche e ibride plug-in del mondo off-highway. I caricabatterie sono leggeri e compatti; hanno classi di potenza pari a 19,2 kW e 22 kW rispettivamente, con corrente alternata monofase o trifase; si distinguono per una tecnologia di conversione che migliora la densità di potenza e la potenza specifica e per la loro bidirezionalità che consente il flusso di energia in due direzioni, da e verso la batteria. 

In primo piano

Articoli correlati

Doosan, l’Highest Retained Value Award agli articolati

Doosan si è vista assegnare il prestigioso premio Highest Retained Value Award alla propria gamma di dumper articolati. In particolare il DA30-7 è stato il vero protagonista dimostrando, con il calcolo di migliaia di parametri, di avere il migliore TCO del mercato.

Punch e l’inclusione

Politiche di inclusione: sette persone appartenenti alle categorie protette saranno avviate al lavoro all’interno di Punch Torino