Per la prima volta nella storia della Repubblica federale tedesca, Man Engines fornirà i motori per le navi doganali di Stato. Sono anche le prime navi adatte al guado ad essere utilizzate dalle autorità doganali. Il pescaggio ridotto di appena 1,20 metri con una lunghezza di 23 metri riduce notevolmente il rischio di incagliarsi in acque basse. “Le nuove navi forniscono un valore aggiunto significativo nelle calme acque del Mare del Nord e con la bassa marea. Ciò consente alle autorità doganali di svolgere i loro compiti in modo più mirato ed efficace”, afferma Claus Benzler, responsabile di Man Engines Marine.

I motori Man: caratteristiche tecniche

Tutte le navi utilizzeranno sistemi bimotore con motori a 12 cilindri a V tipo D2862 LE438 di Man. Hanno ciascuno una potenza di 882 kW (1.200 CV) a 2.100 giri/min e, oltre ai requisiti di classificazione del Lloyd’s Register, sono anche conformi agli attuali standard sulle emissioni Imo Tier III utilizzando un sistema Scr. “La compattezza dei motori, il post-trattamento dei gas di scarico di Man Engines e, infine, il loro eccellente rapporto peso-potenza sono stati fattori cruciali che soddisfano perfettamente i severi requisiti del nostro cliente, la Direzione generale delle dogane di Amburgo”, spiega Christian Schmoll, direttore del cantiere navale che sta costruendo le navi, Tamsen Maritim a Rostock. Oltre alla sfida tecnica del pescaggio poco profondo, i requisiti includevano le alte velocità necessarie per le operazioni di ispezione.

Un funzionario tecnico dell’autorità doganale e project manager del cantiere ha visitato personalmente lo stabilimento Man Engines di Norimberga per confermare il basso consumo di carburante dei motori. “Durante l’accettazione del motore presso lo stabilimento del produttore, ricontrolliamo i valori operativi pratici, principalmente perché i requisiti doganali sono superiori a quelli previsti dagli standard”. I dati sui consumi mostrano chiaramente che sono ben al di sotto di quanto previsto dallo standard, non solo in alcuni punti ma su un ampio intervallo di carico. “Nello sviluppo dei nostri motori marini, beneficiamo del know-how del nostro Gruppo nel settore dei camion. Lì il consumo di carburante, l’affidabilità e il buon funzionamento sono tra i criteri più importanti”, aggiunge Claus Benzler.

In primo piano

John Deere e Rama Motori

L'ultra-trentennale sodalizio tra John Deere e Rama Motori si arricchisce del potenziamento di gamma, in ragion del 18 litri, Diesel of the year

Se il diesel inquina meno…

Vi presentiamo uno studio accurato che rilancia le quotazioni del gasolio. Transizione energetica dei Classe II, passare al gas mantenendo una quota di diesel di ultima generazione può generare meno emissioni di una consacrazione rapida dell’Lng. Il Politecnico di Milano ha studiato gli indirizzi pe...

Articoli correlati

Man Engines conferma la partnership con Princess Yachts

Man Engines e Princess Yachts confermano la loro partnership di successo. Il produttore britannico di barche a motore di lusso e Man Engines hanno concordato di estendere la loro partnership almeno fino alla fine del 2025. Durante questo periodo, Man Engines monterà tutti i modelli Princess da 65 pi...

Nuovi thruster Qs Seamaster al Metstrade

Qs Seamaster presenta la sua nuova linea di thruster al Metstrade. Qs Seamaster è progettata da Saim Marine grazie alla sua ultraventicinquennale esperienza nel settore marino