Durante l’ultima edizione di Eima, conclusasi lo scorso 23 ottobre, Landini ha ufficialmente svelato alla stampa il suo nuovo trattore specializzato ibrido. Il produttore di Fabbrico ha infatti integrato al Rex4, trattore già rinomato per manovrabilità e facilità di utilizzo non disgiunte da una forte vocazione all’economia d’esercizio, il sistema Electra – Evolving Hybrid. Il tutto nel solco di un’implementazione tecnologica, all’interno di vigneti e frutteti, che sappia incrementare l’efficienza e, al contempo, migliorare la vita a bordo nelle lunghe ore di utilizzo.

Si tratta di un progetto originale di cui Argo Tractors ha elaborato sia la parte meccanica sia le componenti elettriche, che favorisce risparmio di carburante, miglioramento dell’angolo di sterzata, maggiore stabilità e comfort. La soluzione studiata ha permesso di dare vita a un trattore compatto ibrido, dove il motore diesel da 80,1 chilowatt (110 cavalli), tramite generatore e batteria, alimenta i due motori elettrici anteriori che azionano l’assale anteriore, sottolineando così, oltre agli altri vantaggi attesi, anche la nostra naturale attenzione all’ambiente e alla sostenibilità.

Landini Rex4 Electra, il trattore ibrido scende tra i filari

Le principali innovazioni del sistema Electra – Evolving Hybrid – trazione anteriore elettrica a ruote indipendenti, sospensione a controllo elettronico della cabina e cambio robotizzato – garantiscono al Rex4 un ulteriore incremento della manovrabilità, il comfort e la facilità di utilizzo.

L’elemento innovativo più significativo è sicuramente la trazione anteriore completamente elettrica su assale sospeso, con due motori elettrici indipendenti e relativi sensori, controlli elettronici, generatore e batteria dedicata al recupero energetico nelle fasi di frenata e decelerazione.

L’intero sistema è gestito dal Pms (Power management system) che supervisiona il funzionamento di tutti i dispositivi, inclusa la batteria e, tramite i rispettivi inverter, gestisce motore e generatore.

Landini

Tante le migliorie tecnologiche

Grazie alla combinazione delle migliorie tecnologiche introdotte dall’Electra – Evolving Hybrid da parte di Landini potrai godere di indubbi vantaggi, tra cui un risparmio di carburante stimato intorno al 10 percento; un miglioramento dell’angolo di sterzata del 15 percento per facilitare la guidabilità e le operazioni di lavoro; una maggiore stabilità nel trasporto grazie alla completa integrazione con l’attuale sistema di sterzo elettrico; la possibilità di scegliere il rapporto tra ruote anteriori e le posteriori secondo le tue necessità.

Il comfort di bordo non è stato trascurato, grazie alla nuova sospensione a controllo elettronico della cabina, grazie a un sistema semi-attivo simile a quello già disponibile sulle famiglie prodotto di gamma alta da pieno campo. Sospesa su 4 punti, la cabina è dotata di due sospensioni anteriori passive, mentre sul posteriore prevede due ammortizzatori idraulici con riduzioni delle vibrazioni (anti-damping) governati da un segnale elettronico.

L’unità di controllo che rileva movimento del trattore e asperità del terreno, regola lo smorzamento in tempo reale e in continuo, e mette a disposizione un sistema anche in questo caso ibrido: un giusto compromesso tra un comportamento “soft” per assorbire le vibrazioni e “rigido” per impedire che la cabina colpisca i limitatori di corsa. In questo modo le vibrazioni, stando a quanto rilasciato dal produttore, sono state ridotte del 15%.

Inoltre ora è ancora più agevole è il controllo del cambio di velocità grazie all’introduzione del cambio robotizzato che con un joystick sostituisce la tradizionale leva meccanica (drive by wire). Il joystick agisce sulla centralina elettronica (ECU) che comanda gli attuatori che muovono il comando del cambio. Una soluzione che, oltre alla completa automazione del cambio di velocità, incrementerà anche l’abbattimento di rumori e inquinanti.

In primo piano

John Deere e Rama Motori

L'ultra-trentennale sodalizio tra John Deere e Rama Motori si arricchisce del potenziamento di gamma, in ragion del 18 litri, Diesel of the year

Se il diesel inquina meno…

Vi presentiamo uno studio accurato che rilancia le quotazioni del gasolio. Transizione energetica dei Classe II, passare al gas mantenendo una quota di diesel di ultima generazione può generare meno emissioni di una consacrazione rapida dell’Lng. Il Politecnico di Milano ha studiato gli indirizzi pe...

Articoli correlati

Fpt Industrial partner di OX alla Cop26 di Glasgow

Fpt Industrial e la sua consociata Potenza Technology sono stati i fornitori di soluzioni per i pacchi batteria per il camion elettrico OX che è stato presentato il 10 novembre al padiglione della Presidenza britannica in occasione del Transport Day alla Cop26.