La K-Hem Series di Kohler si presenta per la prima volta con il modello K-Hem 1003 a bordo della piattaforma aerea Spyder DT28 di Cela in occasione dell’ottava edizione di GIS Expo, la fiera italiana dedicata ai professionisti del sollevamento, della movimentazione e dei trasporti eccezionali, che si svolge presso il quartiere fieristico di Piacenza dal 7 al 9 ottobre 2021.

“La piattaforma aerea Spyder DT28 è un perfetto esempio dell’efficacia del lavorare insieme: è il risultato di una perfetta integrazione tra unità ibrida e macchina, tesa a massimizzare la produzione e minimizzare gli ingombri del pacco batterie” dichiara Massimiliano Bonanni, General Manager Product Strategy di Kohler Engines.

Alla luce dei cambiamenti che la nuova direttiva in materia di emissioni ha apportato al settore delle applicazioni off-road a partire dal 1° gennaio 2019, l’offerta di Kohler si è dotata di una famiglia di prodotti in grado di intercettare i nuovi bisogni dei costruttori del settore. Sul mercato esistono fonti di energia differenti e la scelta di Kohler è quella di integrarle e farle convivere per riuscire a estrarne tutto il potenziale valore. È nata così K-Hem 1003, l’unità di generazione di potenza data dalla combinazione del motore diesel Kdw 1003 da 18 kW conforme alla normativa Stage V e senza Dpf, e del motore elettrico 48 Volt che garantisce 15 kW di picco e 9 kW continuativi. Dunque, l’unità è in grado di offrire più di 30 kW senza bisogno di utilizzare sistemi di post-trattamento dei gas di scarico; K-Hem può inoltre funzionare come generatore per sistemi di accumulo dell’energia.

I vantaggi della serie ibrida K-Hem di Kohler

Le caratteristiche dell’unità ibrida K-Hem sono studiate per tutta quella serie di applicazioni contraddistinte da cicli di lavoro discontinui che richiedono picchi di potenza (saldatori, rasaerba, trattori con accessori per l’agricoltura, ecc.) e di macchine che operano prevalentemente con cicli di lavoro costanti a bassi carichi che impediscono il raggiungimento delle temperature necessarie per lo svolgimento della rigenerazione passiva all’interno del filtro antiparticolato (piattaforme aeree, carrelli elevatori, ecc.). Con K-Hem, la base di potenza è fornita dal motore termico, mentre i picchi di potenza sono garantiti dal motore elettrico; tale sistema, nel rispetto dei limiti indicati dalla normativa Stage V, permette alle macchine di evitare un’operazione di detaratura e garantisce elevati livelli di produttività: la centralina master integrata permetterà all’utilizzatore di monitorare e gestire le modalità di lavoro e le transizioni in base alle proprie esigenze.

In primo piano

Articoli correlati

MinExpo: novità da Dana e Rolls-Royce mtu

A MinExpo Dana presenta la nuova trasmissione e-Powershift per veicoli minerari elettrificati, mentre Rolls-Royce mtu svela la sua visione a impatto zero fatta di microgrid, combustibili sostenibili, celle a combustibile e motori a idrogeno