Per dipingere un affresco dell’universo Kohler, sul numero di Maggio, ci siamo affidati a Gianluca Paini e Nino De Giglio. Abbiamo pensato a un’integrazione dal sapore più futuribile, in sostanza una ricognizione dei cosiddetti alternativi. Chi, dunque, meglio di Nicola Scinicariello, per abbozzare le linee guida dell’ingegneria di Reggio Emilia e spingerci in una riflessione ad ampio raggio.

kohler alternativi

Kohler e gli alternativi significa anche elettrico? 

Abbiamo intrapreso la strada dell’elettrificazione e stiamo investitendo nella definizione dei prodotti, nel segno di una strategia ben precisa. Ci sono alcuni fattori da seguire con attenzione e che imprimeranno un’accelerazione in un senso o nell’altro, come l’evoluzione della legislazione, per esempio il cosiddetto Stage VI e altre normative per la riduzione della CO2, che si iscrivono in un arco temporale di un lustro, oltre alle disponibilità sul mercatodi nuovi tipi di carburante da una parte e i sistemi elettrici dall’altra. Inoltre è da considerare l’impatto (e l’imprevedibilità, in qualche modo) della longa manusdella pubblica amministrazione, in forma di possibili incentivi e limitazioni di utilizzo, che definiscono il perimetro ambientale in cui le macchine si possono muovere. 

Una riflessione sull’idrogeno? 

L’idrogeno non è disponibile in natura ed ha un costo di produzione rilevante e particolarmente energivoro. Puntare sulle fuel cell o su motori ad idrogeno investendo sulla produzione dell’idrogeno, francamente allo stato attuale non avrebbe senso. Ne ha eccome se l’idrogeno lo si usa come veicolo di energia. Bisognerebbe a quel punto allargare lo sguardo ad altri carburanti, utili per la gestione di fonti di energia di recupero o non continuativa (caso classico della produzione elettrica da eolico, solare, maree o altro). L’idrogeno manifesta due piani di criticità, uno tecnico ed uno economico. Col recovery plan si presenta l’opportunità di immettere capitali nel mercato per rivitalizzare le economie e disegnare strategie future, e non sono certo mancate le manifestazioni di interesse sull’idrogeno.

SFOGLIATE DIESEL LUGLIO-AGOSTO. A PAG. 12 TROVATE L’ARTICOLO COMPLETO

In primo piano

Yanmar all’opera per un futuro sostenibile

Con il motto "A Sustainable Future", un futuro sostenibile, Yanmar sta intraprendendo una serie di attività alla ricerca di una società decarbonizzata, dallo sviluppo di nuove fonti di energia al raggiungimento delle emissioni zero dalla sua sede centrale, lo Yanmar Flying-Y building.
News

Articoli correlati

Intervista al Ceo di Agco Power

Abbiamo chiesto qualche aggiornamento a Juha Tervala, il Ceo di Agco Power. Gli abbiamo domandato delle strategie aziendali e di svelarci alcuni dettagli sugli investimenti fatti nel rinnovamento delle linee di produzione, a Linnavuori, con il massiccio ricorso all’automazione.