Per dipingere un affresco dell’universo Kohler, sul numero di Maggio, ci siamo affidati a Gianluca Paini e Nino De Giglio. Abbiamo pensato a un’integrazione dal sapore più futuribile, in sostanza una ricognizione dei cosiddetti alternativi. Chi, dunque, meglio di Nicola Scinicariello, per abbozzare le linee guida dell’ingegneria di Reggio Emilia e spingerci in una riflessione ad ampio raggio.

kohler alternativi

Kohler e gli alternativi significa anche elettrico? 

Abbiamo intrapreso la strada dell’elettrificazione e stiamo investitendo nella definizione dei prodotti, nel segno di una strategia ben precisa. Ci sono alcuni fattori da seguire con attenzione e che imprimeranno un’accelerazione in un senso o nell’altro, come l’evoluzione della legislazione, per esempio il cosiddetto Stage VI e altre normative per la riduzione della CO2, che si iscrivono in un arco temporale di un lustro, oltre alle disponibilità sul mercatodi nuovi tipi di carburante da una parte e i sistemi elettrici dall’altra. Inoltre è da considerare l’impatto (e l’imprevedibilità, in qualche modo) della longa manusdella pubblica amministrazione, in forma di possibili incentivi e limitazioni di utilizzo, che definiscono il perimetro ambientale in cui le macchine si possono muovere. 

Una riflessione sull’idrogeno? 

L’idrogeno non è disponibile in natura ed ha un costo di produzione rilevante e particolarmente energivoro. Puntare sulle fuel cell o su motori ad idrogeno investendo sulla produzione dell’idrogeno, francamente allo stato attuale non avrebbe senso. Ne ha eccome se l’idrogeno lo si usa come veicolo di energia. Bisognerebbe a quel punto allargare lo sguardo ad altri carburanti, utili per la gestione di fonti di energia di recupero o non continuativa (caso classico della produzione elettrica da eolico, solare, maree o altro). L’idrogeno manifesta due piani di criticità, uno tecnico ed uno economico. Col recovery plan si presenta l’opportunità di immettere capitali nel mercato per rivitalizzare le economie e disegnare strategie future, e non sono certo mancate le manifestazioni di interesse sull’idrogeno.

SFOGLIATE DIESEL LUGLIO-AGOSTO. A PAG. 12 TROVATE L’ARTICOLO COMPLETO

In primo piano

Soluzioni Liebherr al bauma 2022

Al bauma 2022 (24-30 ottobre), Liebherr offrirà ai visitatori uno spaccato del mondo dei componenti insieme agli ultimi sviluppi in macchine edili, gru, movimentazione dei materiali e miniere.

Articoli correlati

[Diesel of the Year] Kohler Ksd, contro corrente

Mauro Mancuso, Senior Product Manager, Diesel Engines, di Kohler ci conforta sull’attualità del ciclo Diesel. Il Ksd è stato concepito seguendo le esigenze degli Oem, garantendo una formula integralmente “plug&play”: il motore è al servizio della macchina dal primo all’ultimo istante di servizio...

Tessari Energia e il biometano. REPowerEU

Asso di briscola? È la domanda che si pongono in tanti, riferita al biometano e al bio-Gnl, dopo che la Commissione Europea ha indicato il metano di origine rinnovabile, cioè derivato dalla fermentazione delle biomasse, come un tassello fondamentale del mosaico dell’indipendenza energetica. Abbiamo ...

Mechinno, centro di competenze

Alla Mechinno, a Bologna, la competenza ingegneristica nasce tra le supercar e le moto. Loro la stanno applicando anche all’off-road. L'articolo completo su DIESEL di giugno