Kjell Harloff ha iniziato la sua carriera con Rolls-Royce Bergen Engines nel 1997 e dal 2008 ha guidato il team di motori marini Rolls-Royce Commercial Marine, successivamente Kongsberg Maritime.

Il controllo del nostro destino porterà maggiore flessibilità, sia in termini di investimento in nuove soluzioni che di creazione di nuovi partner”, afferma Kjell. “Credo che questo creerà un maggiore valore per le operazioni dei nostri clienti perché possiamo giocare su diversi punti di forza da diversi partner di cooperazione anziché da uno solo. I nostri clienti marittimi operano in un’attività molto competitiva e ciclica. Questo ci richiede di essere veloci nell’adattarci alle mutevoli esigenze e di cogliere le tendenze per rimanere pertinenti e competitivi. Ora c’è un dialogo diretto tra Bergen Engines e i suoi clienti sia per le nuove vendite che per l’aftermarket, il che migliorerà la nostra reattività e questo non può che essere vantaggioso per i nostri client”.

Qual è il momento della sua carriera di cui è più orgoglioso?

Ho sempre avuto un forte legame con la tecnologia e i colleghi di Bergen Engines quando facevo parte di Rolls-Royce e sono stato molto coinvolto nello sviluppo del motore marino B33:45, lanciato nel 2014. Per quel progetto abbiamo condotto un’ampia ricerca di mercato per identificare i requisiti chiave del cliente, che sono stati poi riportati nel programma di sviluppo. Ciò ha portato a un motore estremamente robusto e potente con un design modulare flessibile, un’efficienza del carburante di classe mondiale e costi del ciclo di vita molto ridotti. Il B33:45 da allora è diventato un grande successo nel mercato e sono molto orgoglioso di averne fatto parte.

La domanda da un milione di dollari: quale sarà il carburante del futuro?

Con la crescente pressione per decarbonizzare le operazioni di spedizione e l’obiettivo dell’Imo di ridurre le emissioni di CO2 delle spedizioni internazionali di almeno il 40% entro il 2030 e senza un chiaro favorito come alternativa al petrolio, l’obiettivo principale di Bergen Engines è quello di rendere i suoi motori a prova di futuro con flessibilità, aumentando ulteriormente l’efficienza del carburante. Tutti si pongono la domanda da un milione di dollari: quale sarà il carburante del futuro? Non credo che ci sia una risposta a questo: varierà dalle dimensioni e dal tipo di nave e dall’operazione regionale in termini di infrastrutture bunker disponibili. Ci sono circa 100.000 navi registrate Imo oggi. Quasi il 99% opera attualmente con olio combustibile pesante e diesel marino e solo l’1% con gas naturale liquefatto (Gnl).

Questo dovrà cambiare per raggiungere gli obiettivi fissati. Per le navi di medie dimensioni adatte alla nostra gamma Bergen, credo che l’idrogeno verde potrebbe essere un’opzione, ma a causa del volume di taglio necessario, metanolo, ammoniaca e biocarburanti potrebbero rappresentare una scommessa più sicura.

Il Gnl sarà ancora il principale carburante di transizione verso i combustibili del futuro e si prevede che crescerà per molti anni a venire. Sebbene gli attuali prezzi del Gnl siano a livelli record, fino a quando i futuri combustibili non saranno prontamente disponibili lungo le coste ea un prezzo competitivo, i motori a gas naturale con soluzioni avanzate di ottimizzazione dell’energia, rappresenteranno l’opzione migliore per ridurre le emissioni di gas serra delle navi.

Bergen Engines ha avviato nell’ultimo anno diverse iniziative nel percorso verso lo zero netto. L’azienda ha lanciato uno studio tecnologico da 4 milioni di euro, Amaze, per sviluppare la tecnologia necessaria per un motore a combustione interna flessibile con ammoniaca verde come combustibile primario e metanolo come opzione. Inoltre, sono stati effettuati test nel nostro laboratorio di prova che funziona su miscela di idrogeno, con un contratto firmato per la fornitura di gruppi elettrogeni H2-ready a una centrale ibrida in Italia.

In primo piano

Articoli correlati

Rolls-Royce Power Systems: Stratmann nominato Ceo e Strecker Cfo

Jörg Stratmann è stato nominato Ceo di Rolls-Royce Power Systems. Si unirà a Rolls-Royce il 15 novembre 2022 riportando al Ceo Warren East come parte del più ampio team esecutivo. Separatamente, Andreas Strecker entrerà a far parte di Power Systems come Chief Financial Officer dal 1° dicembre 2022....
News

David Kohler è il nuovo presidente e Ceo

Il consiglio di amministrazione di Kohler ha eletto presidente e amministratore delegato David Kohler, già presidente del consiglio di amministrazione, dopo la morte del padre Herbert V. Kohler, Jr.
News