Siamo abituati a citarlo associato al nome di Goldoni, ma Keestrack è anche e soprattutto frantoi da cava, adesso disponibili anche e-drive.

Keestrack e l’efficienza dell’e-drive

Keestrack è oggi uno dei punti di riferimento nel mercato degli impianti mobili per il trattamento di materiali inerti e rifiuti da costruzione e demolizione. Il costruttore belga è infatti cresciuto in modo costante nel tempo con un progetto basato sulla concretezza delle prestazioni associate ad una continua evoluzione. Passaggi che nel tempo gli hanno consentito non solo di crescere ma di affermarsi con prodotti dalla riconosciuta qualità costruttiva. Il legame fra Keestrack e l’Italia, fra le altre cose, è uno degli elementi fondamentali dell’azienda della famiglia Hoogendoorn. Occorre infatti ricordare che il marchio belga racchiude tutti i migliori valori delle aziende a gestione famigliare. Il costruttore belga ha lanciato le trasmissioni elettriche nel 2012 con l’e-drive. Si è trattato di una semplice presa elettrica con gruppo elettrogeno/diesel di bordo da utilizzarsi nel caso in cui non fosse disponibile la connessione alla rete. Nel frattempo le macchine ad azionamento elettrico Keestrack si sono evolute con la presenza a bordo di un gruppo elettrogeno che può essere posizionato in un luogo remoto. Può infatti rimanere a bordo oppure essere collocato in un ambiente meno polveroso e con basse vibrazioni.

È anche Zero-drive

Oggi Keestrack ha compiuto un ulteriore passo avanti con il lancio delle macchine ZERO drive. Una gamma di impianti senza motori endotermici. Si tratta di macchine equipaggiate solo con motori elettrici che azionano la maggior parte delle attrezzature mobili di frantumazione e vagliatura e alimentano solo alcuni sistemi idraulici necessari. La gamma di macchine Zero-drive sono i frantoi a cono H6e e H7e, tutti i frantoi ad urto compreso l’I4e, tutti i vagli sgrossatori tranne il K8, il vaglio selezionatore C6e. Oltre a tutti i nastri di stoccaggio, tutti i frantoi a mascelle tranne gli alimentatori cingolati B3 e A6.

LEGGETE L’ARTICOLO COMPLETO SU E-CONSTRUCTION

In primo piano

Articoli correlati

Isotta Fraschini e il Cis

È pienamente operativo il Cis di Isotta Fraschini a Bari (Centro di innovazione e sviluppo). Un passo deciso verso il completamento del progetta IFuture

Rolls-Royce e Semper Power stabilizzano la rete elettrica olandese

Rolls-Royce si è aggiudicata la fornitura e l’installazione di un sistema di accumulo di batterie mtu EnergyPack QG chiavi in mano alla società energetica olandese Semper Power a Vlissingen. Quando entrerà in funzione nella primavera del 2023, sarà il più grande sistema di accumulo di energia nei Pa...