È prossimo a essere operativo il piano di rilancio di Isotta Fraschini Motori, ‘IFuture’; ed è quanto abbiamo appurato al quartier generale di Bari, esattamente dove ci eravamo lasciati l’11 giugno, in occasione della presentazione del diesel-generatore 16V170C2ME.

Un percorso, quello intrapreso dal Presidente di Isotta Fraschini Motori Sergio Razeto e dal management, che si articola in tre passaggi. Abbiamo fatto il punto sullo stato dei lavori con il Chief Operating Officer, Giovanni Bruni.

isotta fraschini motori

Come procede l’adeguamento di Isotta Fraschini Motori alle esigenze dei clienti, sia in campo civile che militare?

Il rilancio di Isotta Fraschini Motori parte da nuove idee che poggeranno su fondamenta più robuste e in linea con quelle che sembrano essere le esigenze future dei nostri clienti. Abbiamo rivisto i processi interni all’azienda per fornire ai nostri clienti non solo un prodotto ma soprattutto un servizio sempre più pronto e flessibile.

L’obiettivo non è quello di irrobustire il rapporto cliente-fornitore, ma di instaurare un servizio di collaborazione che alleggerisca l’impegno dei nostri clienti nella gestione dei nostri motori.

LIBERTY SHIPYARD, ISOTTA FRASCHINI E CATERPILLAR

Vi trovate dunque in linea con lo scenario descritto da Razeto?

Esattamente. L’obiettivo è riportare il marchio Isotta Fraschini al livello di eccellenza delle sue origini, proiettandolo verso quelle che saranno le necessità future dei nostri clienti. La strategia prevede non solo l’aggiornamento dei nostri prodotti ma anche il loro monitoraggio per una manutenzione predittiva tarata sulle reali condizioni di esercizio dei motori.

Per realizzare questo obiettivo, sarà cruciale sia il ricorso a sistemi di trasmissioni dati molto performanti, tali da consentire una ricezione degli stessi in tempo reale, ma anche sistemi evoluti di cyber-security. Ci aiuta in questo senso la già collaudata collaborazione con alcune società di ingegneria motoristica, con altre controllate del gruppo Fincantieri e con realtà istituzionali quali università e centri di ricerca.

isotta fraschini motori
Lo stabilimento barese di Isotta Fraschini

Urge dunque spingere sull’acceleratore…

Per riassumere la nostra mission in uno slogan, dobbiamo: ‘Industrializzare l’innovazione’. Il valore aggiunto di Isotta Fraschini è la personalizzazione. I nostri attuali clienti operano prevalentemente nel settore Defense e richiedono una esasperata cura del dettaglio e una ricerca minuziosa dell’affidabilità.

In primo piano

Articoli correlati

Unem: pronti a misurare la decarbonizzazione dei trasporti

È stata presentata ieri presso la sede dell’Unem (Unione Energie per la Mobilità) una nuova piattaforma digitale, messa a punto dal Concawe in collaborazione con Ifpen, che confronta le emissioni di CO2 delle auto e dei fuel sull’intero ciclo di vita.
News

Himoinsa riceve l’Operational Excellence Award

In Himoinsa è in corso un importante progetto industriale con l’ampliamento del centro produttivo in Spagna e l’entrata in funzione di nuovi stabilimenti che forniranno una serie di linee di produzione per nuovi prodotti.
News

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...