Il Cummins B6.7 e lo start-stop. Questa tecnologia tipicamente automotive è ora disponibile sul 6 cilindri per impieghi da lavoro. Qualcuno avrebbe potuto accusarvi di essere eufemisticamente ingenui se aveste pensato allo Stage V come al canto del cigno della Performance Series. Cummins ha applicato lo stop-start sul 6,7 litri, per trasferire anche nell’industriale la riduzione dei costi di gestione e dell’impatto ambientale.

Il Cummins B6.7 e lo start-stop

Il Cummins B6.7 e lo start-stop per l’eco-compatibilità

Jeremy Harsin, Cummins Off-Highway Business Director, ha precisato che: «La capacità di Stop-Start è inclusa nella B6.7 per ridurre ulteriormente il consumo di carburante e i costi complessivi di manutenzione. Il risparmio di carburante dovrebbe essere compreso tra il 5 e il 10 percento, ma potrebbe essere superiore in base al ciclo di lavoro della macchina. Questa caratteristica offre anche vantaggi in termini di accettabilità sociale che gli operatori stanno cercando, riducendo il rumore e le emissioni allo scarico. Il miglioramento dell’efficienza riduce le emissioni di gas serra».

IL 2020 DI COLUMBUS

A giudizio di Cummins, “lo stop-start è stato integrato nel B6.7 con modifiche sia hardware che software. Cuscinetti appositamente sviluppati per il motore, insieme al miglioramento della corona dentata del volano e del motorino d’avviamento, assicurano una lunga durata e prestazioni affidabili anche di fronte ai frequenti avviamenti. Il sistema del motore è stato accuratamente testato per confermare la sua durata per i rigori delle operazioni stop-start. Gli ingegneri Cummins lavorano a stretto contatto con l’Oem per integrare il software del modulo di controllo elettronico del motore (Ecm, nell’acronimo originale, ndr) con il software del controller della macchina. Il controllore (controller) Oem monitora il funzionamento della macchina e comunica alla centralina quando è opportuno e sicuro che la macchina si spenga. L’Ecm controlla i parametri del motore come la temperatura del refrigerante, la temperatura del collettore di aspirazione, il carico del motore e il funzionamento della ventola per assicurarsi che sia in grado di spegnersi in sicurezza. Quando tutti i criteri sono soddisfatti, il motore si ferma. Il controllore della macchina richiederà quindi un riavvio del motore quando necessario, e l’Ecm riavvia automaticamente il motore per continuare a lavorare”.

La strada virtuosa dell’ottimizzazione

Altre precisazioni da Cummins sul “sei cilindri B6.7, che è disponibile da 116 a 243 chilowatt, con una coppia di picco di 1.375 Nm. Grazie al peso ridotto e alle dimensioni compatte, garantisce un’elevata densità di potenza che gli permette di sostituire motori di cilindrata superiore senza penalizzare il funzionamento della macchina. IL 6,7 litri si candida a motorizzare quelle macchine che hanno bisogno di un’erogazione di potenza a velocità più elevata, con una buona coppia disponibile a basso regime in modo da impattare positivamente i transitori. I produttori di macchinari possono utilizzare il B6.7 per migliorare la capacità della macchina e offrire più valore ai loro clienti. Il B6.7 si avvale del sistema di post-trattamento Cummins Single Module per soddisfare e superare i livelli di emissioni richiesti dallo Stage V. La tecnologia Scr ha eliminato il bisogno di ricorrere al ricircolo dei gas di scarico raffreddati. L’assenza dell’Egr alleggerisce il motore e semplifica il design, consentendo una più facile installazione nell’attrezzatura; insieme a un bisogno ridotto di raffreddamento. Le configurazioni più semplici significano anche una migliore affidabilità, riducendo il costo totale di funzionamento e aumentando la disponibilità.”

Per tanti, soprattutto nel movimento terra

Infine un occhio alle applicazioni. “Frantoi, vagli, pale gommate, escavatori, carrelli elevatori, trattori portuali e movimentatori di container vuoti. Può essere personalizzato dagli ingegneri Cummins meccanicamente ed elettronicamente per adattarsi a ogni tipo di macchina. Questa capacità di integrazione della catena cinematica offre le migliori prestazioni e i migliori costi di gestione per soddisfare il ciclo operativo richiesto”.

In primo piano

Articoli correlati

Punch Technology Day 2021

Il Gruppo Punch presenta la propria visione su mobilità, transizione ecologica e attrazione degli investimenti durante il “Punch Technology Day 2021” a Torino