Come noto Hatz è un attore motoristico che si fa apprezzare sotto i 56 chilowatt ed è molto attivo nei componenti, particolarmente gettonato per quanto riguarda le bielle. A partire dal primo dicembre dell’anno scorso, quindi appena un mese or sono, questa natura diadica è stata consacrata dalla nascita di Hatz Components, società indipendente all’interno del Gruppo Hatz.

Chi è Hatz Components e cosa fa

Hatz Components si dedica a componenti metallici di alta precisione (soprattutto bielle e alberi a gomito per il mercato libero) per vari settori, come l’industria automobilistica internazionale e dei veicoli commerciali e i produttori di veicoli agricoli. Il riposizionamento dei costruttori automobilistici migliora indirettamente le prospettive della produzione di componenti. La concentrazione dell’industria dell’auto su soluzioni elettriche e la conseguente riduzione dei componenti per i motori a combustione prodotti internamente ha pompato i volumi del mercato libero. Circa la metà di tutti i dipendenti della sede centrale, cifra equivalente a 500 lavoratori, sono stati riallocati alla Hatz Components. «Ruhstorf an der Rott è il centro di tutte le operazioni principali di Hatz», ha dichiarato Bernd Krüper, amministratore delegato di Motorenfabrik Hatz. La fondazione della Hatz Components migliorerà la focalizzazione del lavoro e dei processi di produzione su specifici flussi di valore e l’efficace adattamento del portafoglio alle future esigenze dei motori a combustione. L’obiettivo è quello di essere in grado di soddisfare le esigenze dei clienti on-highway e off-highway in modo più specifico, di aumentare la flessibilità, di ridurre i costi e di razionalizzare le operazioni. «Con questo passo, diamo seguito alle buone prestazioni del nostro business dei componenti. La fondazione della nuova società consente un posizionamento più mirato della nostra attività e aumenta la trasparenza», spiega Bernd Krüper. «La società appena fondata aiuterà molto l’intero gruppo Hatz a gestire il settore in modo più distinto, rendendolo ancora più attraente per i nostri clienti e partner. Insieme ai nostri numerosi progetti di innovazione e alla nostra leadership tecnologica nei motori compatti e nei sistemi analogici e digitali, questo posizionamento ci rende ancora più a prova di futuro nel settore della componentistica», è la previsione di Bernd Krüper, a capo anche della nuova Hatz Components. Per il prossimo anno finanziario, Hatz si aspetta vendite record, sia nel campo dei componenti che nella produzione di motori, sempre che ciò sia possibile sullo sfondo della situazione tesa del coronavirus e delle relative strozzature di fornitura.

Una finestra sulle opportunità

«Essendo noi stessi fornitori, siamo ben consapevoli delle grandi sfide che devono affrontare i fornitori focalizzati sui motori a combustione, in vista della crescente concentrazione sulla elettrificazione della catena cinematica. Tuttavia, nel contesto della riduzione delle emissioni di carbonio, crediamo che sia importante essere aperti a varie tecnologie e sviluppare ulteriormente i motori a combustione, soprattutto se questo sviluppo è associato all’utilizzo di fonti alternative, come i combustibili sintetici o le tecnologie ibride. Come partner altamente specializzato, siamo disposti a intensificare le nostre partnership strategiche con i clienti che devono affrontare le stesse sfide di sourcing per quanto riguarda i motori a combustione. E, naturalmente, continueremo a rifornire la nostra collega Motorenfabrik Hatz di motori a combustione secondo le sue esigenze», dice Kevin Unrath, direttore dello sviluppo aziendale e del marketing. «La società appena fondata dimostra il nostro impegno nel settore della componentistica, che, in combinazione con la nostra esperienza e il nostro know-how, ci rende un partner ideale». Un giudizio di valore, quello espresso da Unrath, che secondo Hatz è giustificato dagli oltre 20 premi ricevuti da clienti di assoluto prestigio come riconoscimento delle nostre prestazioni in termini di puntualità delle consegne e standard qualitativi. D’ora in poi, Hatz Components intende offrire ai clienti ancora più flessibilità, percorsi decisionali più brevi e uno sviluppo congiunto più intenso durante l’intero ciclo di vita del prodotto.

In primo piano

John Deere e Rama Motori

L'ultra-trentennale sodalizio tra John Deere e Rama Motori si arricchisce del potenziamento di gamma, in ragione del 18 litri, Diesel of the year

Articoli correlati