Abbiamo lasciato Generazione Distribuita al convegno di Rimini, sponda Ecomondo – Key Energy, la ritroviamo alla serata di Gala a Vicenza e chiuderemo il cerchio a marzo, ancora a Rimini.

Il Gran Gala di Generazione Distribuita è a Vicenza

Ma procediamo con ordine. Dicevamo della serata di gala, che si è tenuta nel capoluogo berico. Scelta assolutamente in linea con la trazione veneta della componentistica, soprattutto quando si parla di alternatori. Da queste parti, infatti, non si trova solamente la MeccAlte del vicepresidente Mario Carraro; pure Marelli e Linz Electric parlano un impeccabile inglese, per vocazione commerciale, con inflessione veneta. Quando si ragiona in termini stereotipici di “splendida cornice”, di “iconico” e “scenari mozzafiato”, ci si riferisce proprio ad ambientazioni come Villa Valmarana ai Nani. Qui, la mano di Giambattista e quella di Giandomenico Tiepolo traspaiono dagli affreschi. Divisa in tre sezioni, la Palazzina (risalente al 1669), la Foresteria e la Scuderia (del 1720) sono circondati da roseti e da un giardino all’italiana. I 17 nani in pietra delimitano il perimetro e conferiscono senso all’onomastica.

GD Awards: Premi e premiati

I GD AWARDS sono i riconoscimenti che Generazione Distribuita – Anima Confindustria conferisce alle personalità che hanno impresso il loro timbro nelle categorie merito imprenditoriale e manageriale, merito lavorativo, merito divulgativo. E non c’ premio senza giuria e non c’è giuria senza presidente. L’incarico è stato preso ij carico da un nome che non ha bisogno di presentazioni: Giorgio Paris. Ormai prossimo alla scadenza del sue venticinquennale mandato a Volvo Penta, al vertice della divisione industriale, come noto è entrato nel CdA di Bruno Generators. Tra i premiati citiamo Raffaele Brugnettini, di Green Power systems, e, con una nota narcisistica, a Fabio Butturi della rivista DIESEL, per il merito giornalistico.

Prossima fermata, Rimini. A marzo

La presenza di una delegazione di Italian Exhibition Group dipende dall’annuncio congiunto fatto con Generazione Distribuita. Il guanto di sfida al Mee di Dubai è lanciato. Alle Fiere di Rimini a marzo del 2023 si terrà l’appuntamento della generazione di potenza italiana. Gettare il cuore oltre l’ostacolo per fare sistema in una fase congiunturale così critica e istituire basi solide per un evento che si rivolga oltre le Alpi e lo Stretto di Sicilia. Il bacino del Mediterraneo, i Balcani e il Maghreb sono un naturale polo di attrazione per questo settore e questa collocazione geografica. Un antipasto lo abbiamo visto nel 2019, in concomitanza cl Key Energy.

DISTRIBUTED POWER RIMINI 2019

Chiudiamo con le parole di Marco Monsurrò, Presidente di Generazione Distribuita. «Il concetto di transizione energetica ha una implicazione importante: la transizione del vettore energetico nei processi produttivi, così come negli usi domestici, dai combustibili fossili all’elettricità. Chi oggi dovesse progettare una linea produttiva, non lo farebbe pensando al gas, per esempio per riscaldare un forno industriale, ma esclusivamente all’energia elettrica. È quindi evidente che in questo scenario di mutazione del paradigma produttivo, il gruppo elettrogeno diviene elemento cruciale, potendosi affermare che non esiste transizione energetica senza il gruppo elettrogeno».

Villa Valmarana ai Nani


In primo piano

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati

Isotta Fraschini e il Cis

È pienamente operativo il Cis di Isotta Fraschini a Bari (Centro di innovazione e sviluppo). Un passo deciso verso il completamento del progetta IFuture

L’e-drive di Keestrack

Keestrack si è presentato a Bauma con una gamma di macchine orientate alla riduzione dell'impatto ambientale. Con un impiego intelligente dell'e-drive che prevede un grande coinvolgimento dell'utilizzatore nelle scelte di configurazione della macchina