Deutz chiama Deutz, ed entrambe le ‘signore’ Deutz hanno risposto ‘presente!’. Come in tanti sapranno il legame tra Deutz Ag e Sdf (Same Deutz-Fahr) non si è estinto con la fuoriuscita di Treviglio dal pacchetto azionario di Colonia. Nemmeno la massiccia presenza di motori Farmotion ha minato le fondamenta di questa relazione che affonda le radici nel tempo. Un comunicato congiunto ci informa del consolidamento del rapporto in essere.

Deutz chiama Deutz

 

Deutz chiama Deutz. Dalla Bergamasca alla Renania

Con una partnership commerciale che risale alla fine degli anni 80, Deutz e il costruttore di macchine agricole Sdf sono profondamente legati da una lunga storia comune. La continuativa e proficua partnership tra i due brand ha condotto Deutz e Sdf a riconfermare la propria collaborazione con un accordo a lungo termine che non si limita alla fornitura di motori, ma si concentra anche sull’ampliamento delle attività legate ai servizi. L’accordo di fornitura comprende motori nella gamma al di sotto e al di sopra dei 4 litri. Oltre alla fornitura di motori Deutz Tcd da 4,1, 6,1 e 7,8 litri, nel 2021 Sdf introdurrà una nuova gamma di trattori dotati del motore Deutz Tcd da 3,6 l conforme alla normativa europea Stage V. Per quanto riguarda i servizi, emerge una serie di nuove opportunità di business, tra cui la disponibilità di modelli X-change. Si prevede che questa nuova collaborazione genererà volumi di vendita annuali per decine di milioni di euro.

Michael Wellenzohn

«Siamo entusiasti del fatto che questo accordo di fornitura a lungo termine contribuirà a consolidare ed espandere ulteriormente la nostra partnership con Sdf. Il fatto che Sdf abbia scelto Deutz come suo partner strategico sottolinea ancora una volta il grande successo della nostra duratura collaborazione», afferma Michael Wellenzohn, membro del Consiglio di Deutz responsabile vendite, assistenza e marketing.

Deutz chiama Deutz

La collaborazione tra Sdf e Deutz nasce da un rapporto di lunga data basato sulla fiducia reciproca, il cui obiettivo è fornire ai clienti le migliori soluzioni in termini di prestazioni e affidabilità. Sdf ha trovato in Deutz un partner riconosciuto da concessionari e clienti di tutto il mondo. I motori Deutz garantiscono ai trattori Sdf le migliori prestazioni accompagnate da costi operativi ridotti, come dimostrato dall’introduzione di lunghi intervalli di cambio dell’olio, estesi a 1.000 ore con la nuova Serie 8 Deutz-FahrUn altro fattore fondamentale che caratterizza questa collaborazione è la combinazione perfetta tra i motori e le soluzioni di motopropulsione esistenti delle Serie 5/6/7/8 e 9 Deutz-Fahr, con l’aggiunta di una nuova serie nella gamma di potenza medio-alta. La partnership a lungo termine tra le due aziende garantisce un elevato livello di conoscenza dei motori da parte della rete di concessionari che, insieme alla migliore disponibilità di ricambi, garantisce la massimizzazione dei tempi di operatività delle macchine. Infine, il sistema di post-trattamento flessibile conforme ai requisiti UE, EPA e LRC garantisce a Sdf una maggiore flessibilità per i suoi futuri progetti.

Lodovico Bissolati

«Gli ottimi precedenti e gli investimenti in nuove tecnologie e servizi ci hanno convinto a estendere questa partnership a lungo termine alle normative europee sulle emissioni Stage V», afferma Lodovico Bussolati, Ceo di Sdf. «Gli elevati standard di qualità e affidabilità e i costi operativi ridotti dei motori Deutz, in combinazione con quelli dei nostri prodotti, offrono ai clienti l’opportunità di massimizzare l’efficienza operativa, un requisito essenziale per la crescita delle loro attività».

In primo piano

Articoli correlati

Il Cervo salterà Agritechnica. Bye bye al 2023

È ufficiale: Il Cervo salterà Agritechnica. Sono così accontentate le malelingue che sospettavano il comportamento elusivo di Deere potesse nascondere una strategia germanofila. Originariamente John Deere aveva fatto voto di digiuno fieristico fino al termine dell’anno fiscale che si esaurisce...