baudouin

Danfoss espande la sua presenza in Brasile: è pronto un investimento da 3,3 milioni di dollari volto ad aumentare la produzione locale e scalare il volume dei prodotti importanti. Intanto, il primo quarto di 2017 ha portato in dote una sostanziosa crescita coi mercati emergenti sulla cresta dell’onda.

Danfoss e la produzione in Sudamerica

Lo stabilimento Danfoss Power Solutions di Caxias do Sul è stato al centro di investimenti da 1,6 milioni di dollari negli ultimi tre anni. Ora l’asticella dell’impegno finanziario dell’azienda danese si alza ulteriormente con un piano volto a iniettare “linfa” per 3,3 milioni entro la fine del 2018. Attualmente, dopo 25 anni di presenza in Sudamerica, la produzione brasiliana di soluzioni idrauliche viene esportata in Argentina, Paraguay, Cile, Costa Rica e Perù. All’orizzonte vi è una maggiore autonomizzazione del mercato Mercosur: l’obiettivo è quello di aumentare la produzione e diminuire la quota di prodotti importati. Dal 2008 l’azienda occupa uno stabilimento da 10mila metri quadri. Dal 2010 ha preso le mosse un piano di produzione in loco di nuovi componenti. «Il nostro mercato agricolo è in gran salute. Stiamo ottenendo ottimi risultati di vendite, anche in una situazione di stallo dell’industria delle costruzioni. Crediamo nel Brasile e nei nostri clienti», ha affermato Antonio Datti, general manager di Danfoss Power Solutions Latin America. «Abbiamo iniziato a produrre con risorse locali le valvole Pvg32 nel 2015 e ora aumenteremo la quota di pompe e motori a pistoni assiali prodotti nel paese. Abbiamo già aumentato il numero dei lavoratori del 10 per cento e cresceremo di un altro 10 per cento entro la fine del 2018», ha proseguito Datti.

Un primo quarto 2017 in crescita

Intanto, il primo trimeste 2017 sorride a Danfoss, distribuita in Italia da Sace, azienda di Sasso Marconi recentemente entrata nell’orbita Floidraulic. Le vendite sono aumentate del 13 per cento. L’Ebit è salito del 7 per cento, mentre il cash flow ha visto un rialzo del 20 per cento. I mercati europeo e nord americano rimangono lo zoccolo duro, ma le vendite sono in crescita negli stati Bric. Sono proprio le aumentate vendite in Brasile, Russia, India e Cina ad aver impresso forza alla crescita del primo quarto 2017. «Manteniamo slancio e abbiamo avuto un inizio d’anno molto forte. Stiamo guadagnando quote di mercato e crescendo più velocemente della media dell’industria e dell’economia globale. Stiamo riscontrando il funzionamento delle nostre strategie di crescita, e abbiamo investito in nuove aziende, in innovazione e nello sviluppo di nuove soluzioni digitali. Di conseguenza, il trend di crescita è il risultato della combinazione tra crescita organica e impatto positivo dalle acquisizioni» ha affermato il presidente e Ceo Niels B. Christiansen.

In primo piano

Articoli correlati

Bosch Rexroth nominata per il Bauma Innovation Award

Con il suo innovativo sistema di prevenzione delle collisioni aptiche, Bosch Rexroth è stata nominata per il Bauma Innovation Award 2022. Sulla base di un preciso rilevamento surround tramite ultrasuoni, la funzione di assistenza avverte gli operatori di escavatori, pale gommate e altre macchine edi...
News

Torqeedo: nuove nomine

Torqeedo, leader di mercato per gli azionamenti elettrici marini, ha nominato Fabian Bez nuovo amministratore delegato (Ceo) dell’azienda. Bez ha assunto la guida qdella società a partire dal 1° ottobre 2022. Bez sarà affiancato da Heiko Vietmeier, che ricoprirà il ruolo di Chief Financial Officer (...
News

Samoter Lab

Debutta Samoter Lab, il nuovo cuore pulsante della 31ª edizione di Samoter, il salone internazionale delle macchine per costruzioni in programma a Veronafiere, dal 3 al 7 maggio 2023.