A meno di due mesi dall’apertura, il Cannes Yachting Festival appare molto promettente. Dal 6 all’11 settembre, il più grande spettacolo in acqua d’Europa sarà il primo grande evento internazionale della stagione. Per sei giorni, sotto il sole della Costa Azzurra, saranno esposte le perle più belle dei mari, le più moderne attrezzature nautiche, servizi esclusivi di fascia alta e numerose innovazioni.

Grazie alla rinnovata fiducia dei nostri espositori, l’edizione 2022 si profila sotto ottimi auspici con previsioni simili all’anno precedente, ovvero 550 espositori e 140 anteprime. Il numero delle imbarcazioni è in aumento e speriamo seriamente di avvicinarci alle 640 unità in esposizione. I nostri visitatori avranno il piacere di scoprire gioielli in acqua e a terra, di tutte le dimensioni e di tutti i tipi, dotate di un motore ‘classico’ o proiettate verso il futuro con i primi sistemi integrati di propulsione elettrica, ibrida o a idrogeno»”, spiega Sylvie Ernoult, direttrice dello Yachting Festival, prima di aggiungere: “Siamo lieti di accompagnare i nostri espositori nel loro sviluppo eco-responsabile aiutandoli a mettere in luce le loro innovazioni grazie in particolare al nostro percorso Green Route e all’Innovation Village. L’industria nautica migliora poco a poco la sua impronta ambientale e noi seguiamo l’esempio rinforzando, nell’ambito dell’organizzazione del salone, il nostro impegno eco-responsabile”

Cannes Yachting Festival: a ogni porto i suoi settori di attività

Il Vieux Port, uno dei più antichi della Costa Azzurra, accoglie ogni anno prestigiose unità presentate dai più grandi cantieri navali del mondo. Dedicato interamente ai protagonisti del settore della nautica a motore, dovrebbe ospitare circa 490 unità da 5 a 45 m, di cui 80 (inferiori ai 10 m) esposte a terra. 

Con la sua atmosfera che evoca la dolce vita italiana, la Jetée accoglie i più leggendari cantieri internazionali che rivaleggiano in lusso e design per esporre in anteprima mondiale le loro ultime novità. Qui potranno essere ammirate grandi unità di oltre 22 metri. 

Vera e propria prodezza tecnica, la Super Yachts Extension (SYE) è costituita da tre chiatte galleggianti collocate nel prolungamento del molo. L’avanzamento sul mare realizzato per il salone riunisce una trentina dei più grandi yacht a motore di oltre 24 metri messi in mostra al Vieux Port. 

Nella continuità della SYE, dall’altro lato della traversante, il Quai Max Laubeuf propone diversi grandi yacht. La marina accoglierà una ventina di catamarani a motore, tra i quali alcune impressionanti unità che misurano fino a 24 metri di lunghezza e 12 metri di larghezza. Su questa banchina vi saranno inoltre circa 40 piccole imbarcazioni monoscafo in acqua e quasi 60 piccole imbarcazioni a motore rigide e semirigide (5-10 metri) a terra. Uno spazio riservato ai motori fuoribordo ed entrobordo offrirà una migliore visibilità e condizioni di esposizione più agevoli ai maggiori produttori di motori che propongono articoli per piccole e medie unità. 

Il Quai Saint-Pierre mette in luce unità da 10 a 20 metri. In acqua si trova il regno delle barche a motore di nuova generazione e dei lussuosi day-boat, veloci e di tendenza design, molto pregevoli e apprezzati. Lungo il Quai Saint- Pierre sono presenti anche altre tipologie di modelli open e fly bridge di medie dimensioni. 

La Pantiero raggruppa un’ampia gamma di unità a motore fino a 20 metri, mettendo in mostra, in successione, quelle dai 10 ai 12 m, poi dai 12 ai 14 m, quindi dai 14 ai 16, per infine arrivare, appena prima di ricongiungersi alla Jetée, alle imbarcazioni di oltre 20 m. Dal 2021, in mezzo allo specchio d’acqua di fronte alla Pantiero e al Quai Saint Pierre, sono installati più di 60 semirigidi dai 10 ai 17 metri e un nuovo settore dedicato alle barche elettriche e ibride che vanta una quindicina di unità. A terra, lungo le banchine della Pantiero, si trovano i cantieri navali. Nel corridoio centrale si sviluppa su oltre 4.600 mq il villaggio delle attrezzature e degli accessori nautici, rinomato per la ricchezza, la diversità e il livello internazionale dei suoi contenuti. 

Il Palais des Festivals ospita un’ampia area riservata agli operatori dello yachting di lusso: cantieri navali, architetti e designer, allestimenti d’interni, prêt-à-porter, accessori, istituzioni turistiche, marine, società di servizi e, all’esterno, gli spazi Tender e Toys con le loro ultime novità. 

L’area delle prove in mare (situata al di fuori del percorso visitatori e accessibile solo se accompagnati da un espositore) è stata ampliata per facilitare le uscite in mare e rendere sicuro il salone riducendo il traffico marittimo all’interno del porto. 

Port Canto: aree Vela e Yachts Brokerage

Il Port Canto, sull’altro lato della Croisette, è il secondo porto della città di Cannes. È suddiviso in tre settori distinti: 

Lo spazio Vela, creato nel 2019, è la più grande vetrina mondiale in acqua dei velieri nuovi. Grazie alla sua ampiezza (4.000 m2 di banchine), i visitatori beneficiano di vasti corridoi che offrono un grande comfort di visita. Questo luogo magico offre un bel panorama con 115 monoscafi e multiscafi dai 10 ai 28 metri. Al centro dello spazio Vela, lo «Innovation Village», lanciato nel 2021, è stato creato in collaborazione con Mer Angels e BNP Paribas Banque Privée per mettere in avanti le start-up “intelligenti” del settore nautico che offrono tecnologie dirompenti o servizi ad alto valore aggiunto. Dalla progettazione della barca, al networking tra proprietari e capitani, queste start-up condividono gli stessi valori di sostegno e sviluppo dell’economia del mare. Proteggendo al contempo lo spazio marittimo, creano lo yachting di domani: più efficiente, più responsabile e più rispettoso dell’ambiente. 

Lo spazio Yacht Brokerage, presente da 15 anni, accoglie i maggiori attori francesi e internazionali del mercato degli yacht di seconda mano. Per l’edizione 2022, una selezione di barche usate di oltre 22 metri sarà disponibile in vendita o a noleggio. Sarà inoltre possibile incontrare gli equipaggi, scoprire le loro barche e condividere l’eleganza del loro universo. 

Posizionato dal 2018 davanti ai grandi yacht di seconda mano, lo spazio “Toys” sfrutta gli ampi spazi della diga per esporre a terra una varietà sempre più ricca di attrezzature e water toys per il divertimento e le attività nautiche. 

In primo piano

Benvenuta, POWERTRAIN!

DIESEL cambia nome: da gennaio si chiamerà POWERTRAIN. Ciò non significa cancellare la parola diesel dalla nostra agenda e dalle nostre priorità, ma rispecchia la volontà della rivista (e del sito) di accompagnare i lettori nell’affascinante fase a cui stiamo assistendo, quella della transizione ene...

Articoli correlati

[Confronto] 30 litri per i mega yacht

C’è stato un cambio di rotta, ed è quello di Man, che affianca alla istituzionale canna da due litri una versione maggiorata che si spinge quasi a 30 litri di cubatura e prende il largo nella eterna disfida con Caterpillar e mtu. Il V12X di Man Engines fa incetta di indici, compreso quello Diesel, e...

AS Labruna: buona la nona al Mets

Al Mets As Labruna si candida a system integrator. Tra le novità il Power Bank 30, il Power Shunt, il Maradea elettrico e i gruppi di bordo ad Hvo

Oxe Marine lancia la nuova campagna

Con gli occhi puntati sul mercato della nautica da diporto, Oxe Marine sta lanciando la sua nuova campagna, “Something for Everyone”, rafforzando ulteriormente la propria presenza come forza dirompente sulla scena marina.