BorgWarner e-Turbo. L’elettrificazione, si sa, non si corrisponde all’equazione ‘motore termico=pacchi batterie’. Se così fosse basterebbe l’espianto del diesel e il trapianto di un motore elettrico accompagnato da pacchi batterie adeguati. Per sostituire la catena cinematica occorre l’adeguamento di quello che sta a monte, a valle e… in mezzo. Come la sovralimentazione. Gli Americani, che a gennaio hanno assorbito il Gruppo Delphi, stanno accelerando sulla elettrificazione. Lasciamo alle loro parole la descrizione di questo turbo elettronico serializzato per il settore automobilistico.

A PROPOSITO DI BORGWARNER E PROPULSIONE ELETTRICA

BorgWarner si è assicurata un contratto con un importante Oem europeo per la fornitura del suo eTurbo ad alte prestazioni su un veicolo per il trasporto passeggeri. Questo riconoscimento segna il primo contratto di produzione in serie per l’eTurbo, che dovrebbe iniziare nel 2022.

BorgWarner e-Turbo

 

BorgWarner e-Turbo è di serie

Con le prestazioni chiave dell’eTurbo e i vantaggi in termini di risparmio energetico, BorgWarner sta incrementando le prestazioni dei veicoli, aiutando al contempo i produttori di veicoli a rispettare le future normative globali più severe sulle emissioni e a migliorare l’efficienza del carburante. «L’eTurbo di BorgWarner è una soluzione potente ed efficiente, in grado di offrire vantaggi cruciali per i nostri clienti, tra cui migliori prestazioni, risparmio di carburante, riduzione delle emissioni e un uso più efficiente dell’energia», ha dichiarato Joe Fadool, Presidente e Direttore Generale di BorgWarner Emissions, Thermal and Turbo Systems. «Riteniamo che questo sia il premio più grande per questo tipo di tecnologia e che sia una pietra miliare per la nostra azienda». L’eTurbo è costituito da un turbocompressore meccanico con un motore elettrico accoppiato all’albero che può fungere sia da motore che da generatore. La soluzione integrata offre i tradizionali vantaggi di un turbocompressore standard con l’ulteriore vantaggio di un’assistenza di un boost elettrico per garantire una risposta superiore. Ulteriori vantaggi includono la capacità di catturare l’energia in eccesso della turbina per generare energia e la riduzione delle emissioni attraverso la gestione del post-trattamento e il controllo preciso del rapporto aria/benzina.

Migliora la risposta del 200 percento

L’eTurbo migliora di oltre il 200 per cento la risposta di boost transitorio insieme al miglioramento della coppia da fermo. Ciò consente un ulteriore ridimensionamento del motore, con conseguente risparmio di carburante e riduzione delle emissioni senza perdita di prestazioni, ed è particolarmente adatto per i motori a ciclo Miller.
Al di là degli aspetti relativi alle prestazioni del veicolo, l’eTurbo può recuperare l’energia che andrebbe dispersa allo scarico e convertirla in energia elettrica da utilizzare per la potenza accessoria o per la ricarica della batteria, consentendo così anche la riduzione delle dimensioni della batteria. L’eTurbo può anche aiutare a gestire il ricircolo dei gas di scarico su richiesta aumentando la contropressione del motore. La funzione elettrica può essere disattivata per ritornare alla tradizionale funzione di turbocompressore.
Lanciato nelle applicazioni automobilistiche  BorgWarner potrebbe estenderlo ai veicoli commerciali. L’azienda dispone di una gamma articolata di turbo elettrici, tra cui architetture a 48 volt conformi all’alta tensione. Inoltre, i clienti possono scegliere tra elettronica di potenza integrata o semi-integrata.

ROMEO, SEI TU ROMEO? LE BATTERIE DI BORGWARNER

In primo piano

John Deere e Rama Motori

L'ultra-trentennale sodalizio tra John Deere e Rama Motori si arricchisce del potenziamento di gamma, in ragion del 18 litri, Diesel of the year

Se il diesel inquina meno…

Vi presentiamo uno studio accurato che rilancia le quotazioni del gasolio. Transizione energetica dei Classe II, passare al gas mantenendo una quota di diesel di ultima generazione può generare meno emissioni di una consacrazione rapida dell’Lng. Il Politecnico di Milano ha studiato gli indirizzi pe...

Articoli correlati

Punch Softronix

Punch Softronix sorgerà sulle orme del dipartimento Controls e si focalizzerà sull'elettronica

Dotto Trains conferma la collaborazione con Allison

Per il nuovo Big Boy, Dotto Trains sceglie ancora una volta la trasmissione completamente automatica Allison. Oggi, l’azienda di Castelfranco Veneto (Tv) è affermata a livello internazionale nella produzione di trenini turistici