Bauma 2022, appuntamento clou per il settore delle macchine per costruzioni, è stata posticipata da aprile a ottobre. Le nuove date dell’appuntamento triennale in Baviera sono 24-30 ottobre 2022. L’annuncio è arrivato – un po’ a sorpresa – alla fine della scorsa settimana: gli organizzatori di Messe München hanno evidentemente scelto la linea della prudenza di fronte ai primi rumors di rinunce per aprile. Il problema rimane la difficoltà di spostamento a livello globale che potrebbe protrarsi anche oltre la fine del 2021.

Bauma 2022 spostata a ottobre: i perché della scelta

Il segnale, insomma, arriva forte e chiaro. E arriva da una fiera tra le più importanti a livello mondiale in ambito manifatturiero. D’altra parte, soltanto pochi giorni fa un’altra manifestazione della galassia bauma, bauma Africa, era stata costretta ad alzare bandiera bianca. In quel caso, però, si parlava dell’anno di grazia 2021 che – ormai pare piuttosto chiaro – sarà il secondo dell’era Covid e non il primo dell’era post-Covid.

Le motivazioni dello slittamento, in ogni caso, sono ben riassunte dal comunicato diffuso dagli organizzatori. «Considerando i tempi di pianificazione particolarmente lunghi per gli espositori e gli organizzatori della più grande fiera del mondo, la decisione doveva essere presa ora. Questo dà a espositori e a visitatori modo di pianificare in sicurezza per la prossima edizione di bauma. Inizialmente, bauma doveva tenersi dal 4 al 10 aprile 2022. Nonostante la pandemia, sia la risposta del settore che il livello delle prenotazioni erano state all’altezza. Tuttavia, numerose discussioni con i clienti hanno fatto emergere una crescente consapevolezza che la data di aprile comportava troppe incertezze per via della pandemia globale. L’opinione prevalente era che attualmente è difficile valutare se i viaggi da tutto il mondo – cruciali per il successo della fiera – saranno possibili senza limitazioni tra un anno».

Una decisione non semplice

«La decisione di rinviare il bauma non è stata affatto facile per noi», ha detto Klaus Dittrich, Presidente e CEO di Messe München. «Ma dovevamo prenderla ora, prima che gli espositori iniziassero a pianificare la loro partecipazione alla fiera e a fare gli investimenti corrispondenti. Purtroppo, nonostante la campagna di vaccinazione che è stata lanciata in tutto il mondo, non è ancora possibile prevedere quando la pandemia sarà ampiamente sotto controllo e saranno di nuovo possibili viaggi senza limitazioni in tutto il mondo».

Back to Italy, il Gis di Piacenza confermato a ottobre 2021

Guardando agli eventi previsti in Italia, resta confermato lo svolgimento del Gis, l’evento dedicato al settore del sollevamento, della movimentazione e dei trasporti eccezionali, in programma alla fiera di Piacenza nei giorni tra il 7 e il 9 ottobre 2021. Il punto interrogativo, naturalmente, rimane, anche perché è difficile prevedere l’andamento dei contagi da qui all’autunno, ma ricordiamo che le ultime disposizioni governative hanno autorizzato lo svolgimento di fiere e convegni a partire dal primo luglio di quest’anno. Sarebbe un bel segnale di ripartenza per il settore e per il paese.

In primo piano

La redazione presenta DIESEL maggio 2021

È online e in distribuzione DIESEL maggio 2021. Come sempre, la redazione presenta in un breve video i contenuti di un numero particolarmente denso, in cui spaziamo dall'associazionismo all'automazione; dall'off-road ai motori marini.

Articoli correlati