kubota

Basf amplia il portafoglio di poliftalammidi (Ppa) con una varietà di gradi antifiamma che abbinano un’elevata stabilità termica a un eccellente isolamento elettrico e un basso assorbimento di acqua. Caratterizzati da valori di Rti (indice termico relativo) elevati, ovvero superiori a 140 °C, pur essendo privi di alogeni in conformità allo standard EN 50642, i nuovi prodotti prevengono la corrosione e il guasto di parti elettriche anche in condizioni di elevata umidità. Basf sta investendo molto nei materiali delle batterie per veicoli elettrici.

Le nuove Ppa non alogenate a base di PA9T, PA66/6T, PA6T/66 e PA6T/6 supportano anche una migliore colorabilità e garantiscono lunga stabilità del colore. Con l’introduzione di questi nuovi gradi di ritardanti di fiamma, Basf offre un portafoglio di materiali E&E personalizzati che apre nuove possibilità per applicazioni quali i connettori per la trasmissione di elettricità o dati su veicoli, elettrodomestici e prodotti elettronici di consumo, nonché componenti destinati alla mobilità elettrica, miniature circuit breakers, quadri elettrici e sensori.

Le carte gialle dei nuovi quattro gradi di Ppa mostrano eccellenti valori di Rti elettrico e offrono diversi livelli di prestazioni per diversi requisiti dei componenti. “Con l’introduzione dei nuovi gradi ottimizzati, abbiamo sviluppato un ampio portafoglio Ppa FR, in grado di soddisfare tutte le esigenze dei nostri clienti in termini di materiali E&E” ha affermato Abdullah Shaikh, responsabile del team Ppa globale. “Offriamo Ppa con prestazioni termiche e meccaniche stabili per componenti E&E classici, anche con ritardanti di fiamma non alogenati, per arrivare a gradi con gli indici Rti migliori dello standard di mercato. Questa è la nostra risposta alle nuove tendenze, come gli stabilizzatori di calore senza alogenuri per evitare la corrosione da contatto in componenti sensibili esposti al calore e all’umidità. In questo modo, i nostri materiali prevengono rotture nei prodotti E&E e ne garantiscono il corretto funzionamento per lungo tempo”.

In primo piano

La gamma Volvo Penta si amplia con le soluzioni D13

Volvo Penta ha ampliato la sua gamma marina Imo Tier III con nuove soluzioni D13, a dimostrazione dell’impegno dell’azienda a superare le migliori pratiche odierne, innovando allo stesso tempo le tecnologie future.

Tessari Energia e il biometano. REPowerEU

Asso di briscola? È la domanda che si pongono in tanti, riferita al biometano e al bio-Gnl, dopo che la Commissione Europea ha indicato il metano di origine rinnovabile, cioè derivato dalla fermentazione delle biomasse, come un tassello fondamentale del mosaico dell’indipendenza energetica. Abbiamo ...

Volkswagen Group dà il via al riciclo delle batterie

Pochi giorni fa a Salzgitter Volkswagen Group Components ha attivato il primo impianto del Gruppo per il riciclo delle batterie delle auto elettriche. L’obiettivo è il recupero industrializzato di materie prime preziose e di arrivare a un tasso di riciclo superiore al 90 per cento.

Articoli correlati

ZF: il futuro delle applicazioni forestali

All’Elmia Wood di quest’anno a Jönköping, in Svezia, ZF presenta soluzioni di azionamento orientate al futuro per applicazioni forestali: la tecnologia cPower Cvt, per prestazioni più elevate e minor consumo di carburante, e i riduttori Redulus per le grandi trinciatrici.