Iveco Bus e Stib-Mivb sono arrivati ad un accordo per la consegna di 141 autobus Urbanway a trazione ibrida

I rappresentanti di Iveco BusStib-Mivb si sono di recente incontrati per ufficializzare un significativo accordo che segna un momento significativo all’interno dell’universo di autobus e affini. In particolare, Stéphane Espinasse, Iveco Bus Brand Leader, ha consegnato i primi 15 autobus Urbanway articolati a trazione ibrida a Brieuc de Meeûs, Ceo di Stib-Mivb. A cui seguiranno altri 136 autobus in arrivo nei prossimi due anni, per un totale di 141. I primi 75 arriveranno entro settembre, la seconda tranche invece arriverà nella prima metà del 2020.

urbanway iveco

Che dire dei nuovi arrivati? Sicuramente c’è da riconoscere la loro ecocompatibilità, unita comunque ad un’elevata capacità di trasporto, che permette di ospitare a bordo fino a 130 persone. Il pianale ribassato consente accessibilità a tutte le categorie di passeggeri, mentre all’interno sono previste aree dedicate per i disabili e per i passeggini.

La combo vincente fa affidamento sia ad un sistema di trazione elettrico che ad un motore diesel Euro VI e anche ad un sistema di immagazzinamento dell’energia di nuova generazione. Il tutto per fornire una soluzione per la mobilità più pulita senza compromettere le prestazioni.

Non mancano le funzionalità

Il sistema di gestione della catena cinematica ottimizza consumi ed emissioni, recuperando al tempo stesso l’energia cinetica in frenata per ricaricare le batterie.

In fase di avvicinamento e ripartenza, inoltre, la funzione “Arrive & Go” consente di viaggiare in modalità 100% elettrica, eliminando le emissioni nocive e la rumorosità a beneficio delle persone che transitano nelle vicinanze. L’abbattimento dei consumi di Urbanway si accompagna ad una riduzione nelle emissioni di CO2 oltre il 30% e di NOx fino al 40% rispetto alla versione solo diesel.

A muovere il tutto troviamo il Tector 7 da 210 kW a marchio Fpt Industrial, compatibile con il biocarburante Hvo di seconda generazione. Senza contare le emissioni di carbonio, che risultano ridotte fino al 90% rispetto a un motore Diesel standard.

Stéphane Espinasse, al termine della consegna, ha dichiarato: «Siamo onorati di assistere all’introduzione di questi primi veicoli nella rete di trasporto del paese. Questa consegna rappresenta il primo passo di una promettente transizione verso la mobilità sostenibile per Stib-Mivb: Iveco Bus è estremamente felice di rivestire un ruolo fondamentale in questo processo e di mettere le proprie competenze e la sua leadership al servizio di Bruxelles e dei suoi residenti. La città si trova chiaramente sul percorso che conduce all’elettro mobilità».

In primo piano

Articoli correlati

Wärtsilä verso la decarbonizzazione

Il report presentato da Wärtsilä anticipa che una decarbonizzazione accelerata potrebbe ridurre il costi della produzione di energia elettrica fino al 50 per cento
News